È in prognosi riservata un bambino di tre anni che è precipitato dal balcone dell'abitazione dei genitori al secondo piano di un palazzo nel Comune dei Santi Cosma e Damiano, in provincia di Latina. Una tragedia sfiorata, che vede il piccolo gravissimo ricoverato in ospedale. Sono ore di apprensione per i famigliari, che attendono dai medici notizie di un miglioramento dopo l'operazione. Sull'esito al momento non si pronunciano. Era lunedì 19 aprile quando il bimbo si è sporto e ha fatto un volo di diversi metri. Queste le prime informazioni trapelate al vaglio dei carabinieri, che stanno crecando di ricostruire i contorni dell'episodio, per accertare eventuali responsabilità a carico dei genitori, che avrebbero dovuto sorvegliare il figlioletto. Scattata la chiamata al Numero Unico delle emergenze 112, sul posto è intevenuto il personale sanitario, che lo ha preso in carico e trasportato in codice rosso all'ospedale Dono Svizzero di Latina.

Il bimbo operato d'urgenza per un'emorragia

Date le condizioni di salute del bambino particolarmente critiche al suo arrivo in pronto soccorso, il piccolo paziente è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico d'urgenza, per intervenire su un'emorragia interna e trasferito all'ospedale Santobono di Napoli, dove l'ambulanza è arrivata scortata da una pattuglia della Polizia Stradale. Sulla vicenda indagano i carabinieri di competenza territoriale, che stanno cercando di ricostruire la dinamica dell'accaduto per capire cosa sia successo e come abbia fatto il bambino a cadere. L'ipotesi è che i genitori lo abbiano perso di vista per qualche minuto.