19.593 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

La storia di Marta: “Mi laureo, ma mio padre preferisce la finale di Europa League della Roma”

Il racconto di una ragazza nel corso del programma ‘I Lunatici’, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio in diretta di notte su Rai Radio 2.
A cura di Enrico Tata
19.593 CONDIVISIONI
Immagine

"Mi chiamo Marta e vorrei raccontarvi una cosa che mi sta facendo rimanere male. Mercoledì mi laureo in biologia, ma mio padre non sarà alla cerimonia perché mi ha detto di aver trovato dei biglietti per la finale di Europa League tra Roma e Siviglia a Budapest. Per un uomo di 60 anni la laurea della figlia viene dopo la sua squadra di calcio". Questo il racconto di una ragazza nel corso del programma ‘I Lunatici', condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio in diretta di notte su Rai Radio 2.

Per i romanisti, è ovvio, quello di mercoledì è un appuntamento storico: seconda finale europea in due anni e un'altra possibilità di arricchire la bacheca di vittorie della Roma. Insomma, per i tifosi giallorossi è un sogno. Ma davvero una finale europea vale più della laurea di un figlio? Il racconto di Marta ha aperto, comprensibilmente, un grande dibattito all'interno del programma. Gli ascoltatori sono divisi: "Ma come si fa a mettere una partita di pallone davanti a un traguardo così importante per un figlio", si sono chiesti in molti. Anche se alcuni hanno suggerito che "alla fine scegliere una cosa del genere non è per forza sinonimo di cattiveria ed egoismo, se quel signore è un vero tifoso va compreso, anche le mamme e i papà devono fare cose per loro e non sempre d e solo per il figli".

C'è anche chi ha suggerito soluzioni alternative, come rimandare la discussione della tesi, ma c'è chi ha confessato che avrebbe fatto lo stesso. Del resto, però, c'è un personaggio illustre che, pur avendo lo stesso problema, ha dichiarato che non andrà a Budapest. Si tratta dell'ex capitano della Roma, Daniele De Rossi: "La Roma tramite Vito Scala mi ha gentilmente invitato e con grande dispiacere ho dovuto rifiutare, ma quando un pezzo del tuo cuore si diploma tu non puoi mancare, non c'è finale che tenga. Fate i bravi, ve prego", ha detto riferendosi al diploma della figlia.

19.593 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views