17 CONDIVISIONI

È emergenza casa per gli studenti, ma la Regione Lazio regala uno studentato da 400 posti al Ministero

Il magazine ‘Generazione’ affronta i temi dell’emergenza abitativa e dei fuorisede con la notizia che la Regione Lazio ha rinunciato agli spazi del complesso edilizio di fronte al piazzale della Farnesina, con più di 400 posti letto per studenti, per cederli al Ministero degli Esteri.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Roma Fanpage.it
A cura di Alessia Rabbai
17 CONDIVISIONI
Studenti nelle tende accampati lo scorso maggio sotto alla statua della Minerva contro il caro affitti.
Studenti nelle tende accampati lo scorso maggio sotto alla statua della Minerva contro il caro affitti.

In piena crisi abitativa la Regione Lazio rinuncia agli spazi del complesso edilizio di fronte al piazzale della Farnesina, che ospitano una residenza universitaria, con più di 400 posti letto per studenti, la Scuola di Alta Formazione Artistica Officina Pasolini e il Teatro Eduardo De Filippo. Ad riportare la notizia approfondendo l'argomento è il giornalista Matteo Fantozzi, ventisei anni, direttore responsabile del magazine ‘Generazione', in un articolo dal titolo "La Regione ha regalato 400 posti letto degli studenti al Ministero degli Esteri".

Quello in questione è un complesso edilizio concesso in uso gratuito alla Regione Lazio per conto di DiSCo – Ente Regionale per il Diritto allo Studio e alla Conoscenza: la palazzina A ospita Officina Pasolini, il Teatro Eduardo De Filippo e uno studentato inutilizzato dal 2019, la palazzina B è in buona parte dismessa e assegnata prevalentemente a Sport e Salute S.p.A. "Come testata siamo sensibili alle tematiche di caro affitti, emergenza abitativa e fuorisede – spiega Fantozzi intervistato da Fanpage.it – L'atto tra la Regione Lazio e il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale è stato firmato a marzo 2022, una trattativa che però pare vada avanti dal 2019 e in merito alla quale nessuno ha detto nulla. Un passaparola ha fatto arrivare la notizia a noi. Siamo andati a ricercare l'atto sepolto nella sezione dell'amministrazione trasparente della Regione Lazio  – spiega – e abbiamo compreso che ciò che ci raccontavano era successo veramente".

Dalla lettura dell'atto, continua Fantozzi, sono emerse alcune criticità: "La palazzina B è in pessime condizioni, mi sono domandato perché il Ministero degli Esteri non prenda direttamente la palazzina B e invece vada a smantellare uno studentato, l'Officina Pasolini e il teatro, per prendersi la palazzina A, dove realizzare aule conferenze ed uffici". Anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante il discorso all'Università Federico II di Napoli ha evidenziato come l'emergenza abitativa e il problema dei fuorisede siano di alta priorità nazionale. "Il problema dei fuorisede uccide la mobilità sociale – conclude Fantozzi – se continuiamo a fare tagli sull'istruzione e a limitare la possibilità delle persone di studiare contribuiamo a formare un Paese sempre più mediocre, è un problema anche culturale".

Officina Pasolini è un laboratorio di teatro di alta formazione gratuita e molto importante per chi vuole intraprendere questo percorso, non tutti si possono permettere o riescono ad entrare nei corsi a pagamento come il Centro Sperimentale". Un altro aspetto riguarda una cattiva gestione del denaro pubblico: "Sono stati investiti dei soldi sulla palazzina A per ristrutturare Officina Pasolini, teatro e studentato, che è in ottime condizioni e che si potrebbe ulteriormente sistemare per accogliere centinaia di studenti".

"Mi auguro che la Regione Lazio faccia il possibile per gli studenti"

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere regionale di Verdi e Sinistra Claudio Marotta: "Apprendo con preoccupazione che più di 200 posti letto per studenti, la Scuola di Alta Formazione Artistica Officina Pasolini e il Teatro Eduardo De Filippo verranno di fatto sfrattati dal complesso ex Civis. Progetti ed esperienze che ho visto nascere ed inaugurare dall'allora vicepresidente Massimiliano Smeriglio, con cui collaboro da anni.

Spostare meccanicamente e burocraticamente questi presidi è una scelta che lascia perplessi non solo per la perdita di centinaia di posti letto per studenti in un momento di agitazione proprio sul tema del caro affitti, ma anche per la perdita di una centralità culturale come quella dell'Officina Pasolini e del Teatro De Filippo".

Marotta ha inoltre aggiunto che si tratta di "una scelta che non esito a definire mia, tanto più se dovesse affondare le radici nella ultima legislatura Zingaretti come affermato dall'attuale management di Laziodisco". E conclude con un appello alla Regione Lazio: "Mi auguro che faccia il possibile per tutelare i posti letto e per dare continuità all'eccellenza in campo culturale e formativo dell'Officina Pasolini".

17 CONDIVISIONI
Studenti manifestano a Roma contro il ministro Piantedosi: "Vostri manganelli non ci fanno paura"
Studenti manifestano a Roma contro il ministro Piantedosi: "Vostri manganelli non ci fanno paura"
Corruzione discarica Monte Carnevale: chiesti 4 anni per imprenditore ed ex dirigente regione
Corruzione discarica Monte Carnevale: chiesti 4 anni per imprenditore ed ex dirigente regione
Il presidente Lotito dice no allo stadio Flaminio per la Lazio se ci saranno soltanto 35mila posti
Il presidente Lotito dice no allo stadio Flaminio per la Lazio se ci saranno soltanto 35mila posti
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views