420 CONDIVISIONI

La Festa de Noantri: com’è nato il mito della Madonna del Carmine di Trastevere

Era il 1535 quando un gruppo di pescatori della Corsica trovarono una statua della Madonna intagliata nel cedro all’interno del fiume Tevere. La scultura venne regalata ai frati carmelitani della Basilica di San Crisogono a Trastevere, diventando la santa protettrice dei Trasteverini. E ogni anno la Statua Santa viene portata in processione, passando anche per le vie del fiume nel quale è stata trovata.
A cura di Redazione Roma
420 CONDIVISIONI
Foto da Wikipedia
Foto da Wikipedia

La Festa de' Noantri, o Festa della Madonna del Carmine, è una celebrazione molto sentita a Roma che si svolge ogni anno dal 16 al 30 luglio nel rione di Trastevere. In quest'occasione la Statua Santa esce dalla Chiesa di Sant'Agata e viene portata in giro per le vie del quartiere da una lunga processione, fatta di religiosi e cittadini. Questa festività attrae ogni anno non solo gli abitanti della capitale, ma anche turisti desiderosi di vedere questa festa caratteristica della città di Roma. Alla fine delle celebrazioni, la Statua della Madonna del Carmine viene riportata nella Chiesa di Sant'Agata, sempre accompagnata da una processione.

Le origini della Festa de' Noantri

La Festa della Madonna del Carmine è anche conosciuta come Festa de' Noantri, ossia "festa di noi altri", in contrapposizione a "voi altri che abitate in altri quartieri". Le origini della festa risalgono al 1535, a una leggenda vecchia di centinaia di anni. Si dice che alcuni pescatori della Corsica trovarono nel fiume Tevere una statua della Vergine Maria scolpita in legno di cedro. La scultura, che venne chiamata proprio per questo motivo ‘Madonna Fiumarola', fu regalata poi ai frati carmelitani e messa nella Basilica di San Crisogono a Trastevere. Da qui anche l'origine del nome Madonna del Carmine, considerata la santa protettrice di tutti gli abitanti del rione. Che non a caso ogni anno la festeggiano, portandola in processione.

La festa per la Madonna del Carmine

La Festa de' Noantri, in realtà, non è cominciata centinaia di anni fa. Fu durante il fascismo che Benito Mussolini decise di celebrare la Madonna del Carmine, a da allora l'evento è stato sempre festeggiato nella città di Roma. Le celebrazioni cominciano il 16 luglio. La statua, che si trova nella Chiesa di Sant'Agata, viene portata in processione per le vie di Trastevere accompagnata da fedeli, abitanti del rione, turisti, e poi riportata nella chiesa, dove rimane per circa una settimana. Poi viene riportata in processione, ma stavolta a essere celebrato sarà proprio il suo ritrovamento nel fiume: per questo viene portata in barca sul Tevere, a ricordare quel giorno del lontano 1935 in cui la Madonna venne ritrovata e donata ai carmelitani. Dopodiché si ha una notte di festa, tra bancarelle, canti e balli in tutto il rione, che richiamano il carattere popolare di questa tradizione amata non solo dai trasteverini, ma anche dai romani.

420 CONDIVISIONI
Ddl Zan, Vincenzo De Luca: "Così com'è non lo avrei votato"
Ddl Zan, Vincenzo De Luca: "Così com'è non lo avrei votato"
Il 27 agosto, la Chiesa ricorda Santa Monica, la mamma paziente di Sant'Agostino
Il 27 agosto, la Chiesa ricorda Santa Monica, la mamma paziente di Sant'Agostino
Chiusa casa famiglia per anziani abusiva: sporcizia, muffe e rifiuti abbandonati
Chiusa casa famiglia per anziani abusiva: sporcizia, muffe e rifiuti abbandonati
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni