video suggerito
video suggerito
Trasporto pubblico a Roma

Gualtieri spiega perché le attese per i treni della Metro B di Roma sono lunghissime

“I treni della Metro B – ha ricordato il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri – non avevano fatto la revisione. Noi stiamo facendo la revisione ai treni perché la revisione era scaduta e all’inizio ci avevano detto che non potevano neanche circolare”.
A cura di Enrico Tata
167 CONDIVISIONI
Metro B
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Trasporto pubblico a Roma

Attese di oltre 8/10 minuti, treni sempre più pieni e banchine stracolme. Da alcuni mesi la Metro B è diventata un incubo per cittadini, turisti e pendolari. Cosa è successo? Lo abbiamo già spiegato, ma oggi il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, è tornato sull'argomento nel corso di un'intervista rilasciata a TgCom24.

Il primo cittadino ha spiegato che, quando si è insediato, la situazione delle metro e del trasporto pubblico in generale "era al collasso". Ha dichiarato Gualtieri: "Stiamo facendo 11 tranvie, potenziando i bus, è un lavoro gigantesco: ci sono tantissime macchine" ed è complicato "spostare le persone dalla macchina al trasporto pubblico in un momento in cui il tpl si sta potenziando ma non è ancora potenziato".

"I treni della Metro B – ha ricordato il sindaco – non avevano fatto la revisione. Noi stiamo facendo la revisione ai treni perché la revisione era scaduta e all'inizio ci avevano detto che non potevano neanche circolare".

A causa della mancata revisione dei treni, in effetti, il ministero dei Trasporti aveva ordinato l'immediato stop ai convogli delle Metro A, B e C. Dopo l'intervento del Campidoglio, il Mit ha concesso in extremis una proroga. Ma questo, ovviamente, non ha cambiato le necessità: quelle revisioni devono essere completate in poco tempo e in questo periodo molti treni sono sottoposti a lavori di rinnovo nelle officine. Questo significa che, attualmente, i treni in servizio sulla linea siano di numero inferiore a quelli richiesti per garantire il servizio al cento per cento. Il problema, ha rilevato il blog Odissea Quotidiana, è che andrà sempre peggio almeno fino alla seconda metà del 2024. E questo rischio, come detto, non riguarda soltanto la Metro B, ma anche le linee A e C.

167 CONDIVISIONI
Trasporto pubblico a Roma
17 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views