3.154 CONDIVISIONI
Giubileo 2025

Giubileo 2025, la proposta: “Un tapis roulant collegherà via Nazionale e via del Tritone”

Torna la proposta del tapis roulant nella Galleria Umberto I, che collega via Nazionale a via del Tritone: potrebbe essere inserito nel piano per il Giubileo 2025.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Roma Fanpage.it
A cura di Beatrice Tominic
3.154 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Giubileo 2025

Un tapis roulant per favorire gli spostamenti da una parte all'altra del centro di Roma: questa l'idea per collegare via Nazionale a via del Tritone. La proposta è arrivata nel corso della seduta di oggi della Commissione Turismo di Roma, avanzata da Mariano Angelucci, del Partito Democratico e presidente della commissione stessa. La nuova infrastruttura potrebbe rientrare fra gli interventi da inserire nel piano operativo in vista del Giubileo del 2025dove, per il momento, via Nazionale è già citata nel passaggio della tramvia Termini-Vaticano-Aurelio, prossima alla costruzione.

I vantaggi del tapis roulant nella Galleria Umberto I

L'installazione di un marciapiede a scorrimento, come quello che si trova nell'aeroporto di Fiumicino o anche fra la fermata della metropolitana della linea A Spagna e l'uscita a Villa Borghese e via Veneto, permetterebbe a cittadini e turisti di raggiungere più velocemente l'altra parte del tunnel di via Milano, senza dover incappare nel traffico della galleria intitolata ad Umberto I.

"L'obiettivo – ha spiegato Angelucci – È quello di facilitare lo spostamento dei turisti da via del Tritone a via Nazionale e cercare di capire se ci sono le condizioni per installare un tapis roulant sul modello di quelli che ci sono negli aeroporti, dopo aver svolto le verifiche necessarie sulla sicurezza e la qualità dell'aria".

Le due vie, per chi non vuole o non può spostarsi a piedi, adesso sono collegate dalla metropolitana: si tratta delle due fermate consecutive Barberini e Repubblica, ma per raggiungere le stazioni ogni turista o cittadino dovrebbe compiere un giro molto più lungo di quanto sia in realtà necessario.

Il vantaggio per i negozi

Oltre ad aiutare i turisti, la proposta strizzerebbe l'occhio anche a tutti gli esercizi commerciali della zona che già lo scorso giugno avevano avanzato una proposta simile tramite il presidente di Fermoda, Massimo Bertoni.

"A causa della pandemia il tessuto commerciale della zona si è andato via via depauperando – ha continuato Angelucci facendo riferimento alle attività che non hanno più riaperto dopo il lockdown e alla necessaria ripresa di attività come il Palaexpo e il Teatro dell’Opera – Dobbiamo intervenire il più presto possibile: un piano idoneo potrebbe riqualificare la strada. Un contributo sarà fornito dalla tranvia che aiuterà ad aumentare i flussi di clienti: a questo, poi, seguirà un nuovo regolamento per il traffico di automobili, bus e taxi".

Il progetto futuro in vista del Giubileo

Quella di inserire il marciapiede a scorrimento nel piano per il Giubileo 2025 resta un'opportunità interessante, ma ancora in fase di definizione: "Il servizio potrà essere gratuito o a pagamento, per assicurare la manutenzione dell'infrastruttura", ha poi concluso Angelucci. Prima di esprimersi a tal proposito, la commissione ha deciso di approfondire la proposta in una commissione congiunta con Lavori Pubblici, presieduta da Antonio Stampete (Pd) e Dario Nanni (Azione). Non si esclude, infine, anche un confronto con il primo municipio di Roma.

3.154 CONDIVISIONI
36 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views