Cluster al Nomentana Hospital di Roma. Lo ha comunicato l'Unità crisi Lazio, spiegando che è stata avviata l'indagine epidemiologica per risalire all'origine del contagio e tracciare i contatti. "Un cluster con 26 casi positivi è stato riscontrato presso l’ospedale privato accreditato del Nomentana Hospital – scrive l'Unità di crisi Covid 19 in un comunicato – La Asl Roma 5 ha disposto il blocco delle accettazioni e l’avvio dell’indagine epidemiologica per la verifica del caso indice l’adozione e il rispetto dei protocolli operativi tenuto conto che la struttura già nel passato era stata oggetto di focolaio".

Focolaio in una casa di riposo e in una palestra

Si tratta del secondo focolaio in due giorni. Ieri è stata diffusa la notizia di un focolaio in una casa di riposo nel comune di Concerbiano a Rieti. Sono 25 le persone positive, tra ospiti e operatori. Le autorità sanitarie hanno avviato l'indagine epidemiologica e la struttura è stato messa in isolamento. Avviato il contact tracing per risalire ai contatti avuti dai positivi e sottoporli a tampone. Dodici i positivi con link a una palestra di Nepi: anche in questo caso la struttura è stata chiusa per le operazioni di sanificazione. Tre invece i casi derivanti da una cerimonia di battesimo nel comune di Corchiano a Viterbo. La Asl ha convocato una riunione per valutare la situazione epidemiologica e ulteriori misure.

Salgono a 387 i casi di coronavirus nel Lazio

Sono 387 i nuovi casi di coronavirus nel Lazio registrati nella giornata di ieri, di cui 131 a Roma città. Le positività sono emerse su 14mila tamponi effettuati, un record. Nelle province si registrano 136 contagi e tre i decessi. Nell'intero territorio del Lazio sono morte sei persone, mentre il numero dei guariti si attesta su 47 unità.