1.699 CONDIVISIONI
Elezioni comunali Roma 2021
12 Agosto 2021
19:07

Elezioni comunali Roma, Michetti: “Rimuoverò tutte le piste ciclabili che intralciano il traffico”

Così il candidato sindaco di Roma del centrodestra, Enrico Michetti: “Le ciclabili verranno rimosse in tutti i luoghi dove costituiscono un intralcio al traffico e dove sono state poste in maniera ideologica. Verranno realizzate altre piste nei posti paesaggistici, dove non recano alcun pericolo al passaggio dei cittadini”.
A cura di Enrico Tata
1.699 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni comunali Roma 2021

Tutte le piste ciclabili che attualmente intralciano il traffico verranno rimosse. Questa la promessa fatta ai romani dal candidato del centrodestra, Enrico Michetti, intervenuto oggi ai microfoni di Radio Radio. Le parole del professore: "Le ciclabili verranno rimosse in tutti i luoghi dove costituiscono un intralcio al traffico e dove sono state poste in maniera ideologica. Verranno realizzate altre piste nei posti paesaggistici, dove non recano alcun pericolo al passaggio dei cittadini e anzi sono una aggiunta a quel posto. Purtroppo le ciclabili, come sono state concepite in alcune strade, sono molto pericolose. Vedere le auto posteggiate in mezzo alla strada non è stata una bella idea".

In particolare Michetti ha risposto a un cittadino che criticava la pista ciclabile recentemente realizzata lungo via Tuscolana. Durante i suoi cinque anni di amministrazione, la sindaca Virginia Raggi ha realizzato oltre 65 chilometri di piste ciclabili, molte delle quali progettate in fretta e furia durante la prima ondata della pandemia da coronavirus, quando si riteneva fosse necessario utilizzare il meno possibile i mezzi pubblici per spostarsi all'interno delle città. Molte piste ciclabili sono state definite transitorie dall'amministrazione: "La rete ciclabile cresce grazie al Piano straordinario di 150 km di percorsi ciclabili transitori sulle principali vie della città e su altri itinerari “strategici” per favorire il ricorso alla mobilità attiva e sostenibile che ha rivoluzionato le abitudini dei cittadini a partire dalla Fase 2 dell’emergenza sanitaria. I 150 km di percorsi transitori in corso di realizzazione si vanno ad aggiungere alla rete esistente di piste ciclabili in sede protetta". Molte di queste nuove piste, tuttavia, non sono state apprezzate dai cittadini, come quella della Tuscolana, ma anche quella di via Gregorio VII, che ha provocato un visibile restringimento delle carreggiate di marcia.

1.699 CONDIVISIONI
390 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni