Elezioni Comunali 2022
22 Giugno 2022
12:25

Elezioni Frosinone 2022, i candidati al ballottaggio e quando si vota

Elezioni comunali a Frosinone. Il 26 giugno 2022 i cittadini sono chiamati al ballottaggio per scegliere il sindaco tra Riccardo Mastrangeli (centrodestra) che ha sfiorato l’elezione al primo turno e rimane il favorito, e Domenico Marzi (centrosinistra).
A cura di Redazione Roma
Riccardo Mastrangeli e Domenico Marzi
Riccardo Mastrangeli e Domenico Marzi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni Comunali 2022

Al primo turno delle elezioni comunali lo scorso 12 giugno nessuno dei candidati a sindaco di Frosinone ha raggiunto, come ampiamente previsto alla vigilia del voto, il 50% più uno dei consensi. I cittadini sono così chiamati nuovamente alle urne domenica 26 giugno – quando i seggi saranno aperti dalle 7.00 alle 23.00 – per il ballottaggio dove dovranno scegliere tra il candidato del centrodestra Riccardo Mastrangeli e il candidato del centrosinistra Domenico Marzi. Grande favorito è Mastrangeli: alle scorse elezioni comunali il centrodestra vinse a Frosinone al primo turno con il 56% dei consensi. Alle urne si è recato al primo turno il 66,91% degli aventi diritti, alle comunali del 2017 era stato il 72,48%.

Mastrangeli e Marzi sono i due candidati al ballottaggio a Frosinone

Riccardo Mastrangeli ha conquistato la candidatura per il centrodestra, stravincendo alle primarie della coalizione con il 70% e ha sfiorato l'elezione al primo turno per una manciata di voti. Non è iscritto a nessun partito ma ha ricevuto il sostegno di tutte le forze politiche della coalizione, considerato un amministratore con grande esperienza dal 2012 è stato assessore al Bilancio del comune delle ultime due giunte di centrodestra. Mastrangeli ha incassato il sostegnodi Azione di Carlo Calenda e dell'Udc, che al primo turno avevano sostenuto Mauro Vicano. Una pessima notizia per lo sfidante Domenico Marzi, il nome attorno a cui si è è costruito il campo largo del centrosinistra. Anche lui volto noto della politica cittadina, è stato già per due volte sindaco.

Come si vota al ballottaggio e quante preferenze esprimere

Ai cittadini che sceglieranno di recarsi alle urne – con tessera elettorale e documento d'identità validi – verrà consegnata una sola scheda prima di entrare in cabina. Per esprimere il loro voto dovranno tracciare una "X" sul nome di uno dei candidati. Per la composizione del consiglio, i voti di preferenza e di lista, sono validi i voti espressi al primo turno, in base anche al premio di maggioranza assegnato alle liste che sostengono il sindaco vincente.

I risultati e le preferenze al primo turno delle elezioni

Al primo turnoil candidato del centrodestra Riccardo Mastrangeli, appoggiato da sette liste tra cui Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia, ha ottenuto il 49,26% dei voti, il suo sfidante Domenico Marzi il 39,13%. Vincenzo Iacovissi, vicepresidente del Partito Socialista Italiano ha ottenuto il 5,90% dei consensi, mentre Mauro Vicano sostenuto da Azione, Udc e una civica il 4,56%. Ultimo il civico Giuseppe Cosimato – ex Fdi – che raccoglie l'1,15% dei consensi.

63 contenuti su questa storia
Ballottaggio Comunali 2022
VERONA
-
F. Sboarina
-
D. Tommasi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni