1.967 CONDIVISIONI
7 Luglio 2022
15:57

Eitan ha fretta di nascere e viene al mondo in casa con l’aiuto del papà: “Emozione fortissima”

Luca e Chiara hanno raccontato a Fanpage.it l’esperienza unica ed emozionante della nascita del loro secondogenito Eitan, venuto al mondo in casa con l’assistenza del medico della sala operativa del 118 in videoconferenza.
A cura di Alessia Rabbai
1.967 CONDIVISIONI
Il piccolo Eitan, insieme alla sorella Aysha, mamma Chiara e papà Luca
Il piccolo Eitan, insieme alla sorella Aysha, mamma Chiara e papà Luca

Non ce l'ha fatta ad aspettare, aveva fretta di nascere, di conoscere i suoi genitori e sua sorella. Lo attendevano al San Camillo, dove la sala parto era pronta per accogliere la mamma, reduce del primo parto con fiocco rosa di un anno e quattro mesi fa, che l'ha trattenuta per sette giorni in ospedale. Eitan pesa 2 chili e 680 grammi, è venuto inaspettatamente alla luce alle 10.55 di giovedì scorso 30 giugno nel Comune di Manziana, in provincia di Roma. Un parto in casa non programmato, ma che non ha colto impreparati mamma Chiara, 31 anni e papà Luca, 33. La scelta del nome particolare come quello della sorella maggiore Aysha è un inno alla vita. I genitori hanno raccontato a Fanpage.it la fortissima esperienza. "Ero giunta al termine della gravidanza e durante la notte sono iniziate le doglie – spiega la mamma – Al mattino non abbiamo fatto in tempo a metterci in auto, la testa del neonato era già fuori".

"Il medico ci ha assistiti in videoconferenza"

Chiara e Luca hanno capito che era ormai troppo tardi per andare in ospedale, così hanno chiamato la direzione sanitaria e il medico di sala della centrale operativa del 118 li ha assistiti in videoconferenza. Nel frattempo un'ambulanza si è messa in viaggio per raggiungerli al più presto. Luca è rimasto accanto a Chiara: "Ci siamo affidati alla dottoressa e abbiamo seguito le indicazioni che ci dava dall'altra parte dello schermo. Ho assistito mia moglie nel parto, lei è stata bravissima, a me ha aiutato molto essere stato presente alla nascita della prima figlia, ma mai mi sarei immaginato che avrei partecipato come parte attiva – spiega il papà, che non riesce a trattenere l'emozione – È stata un'esperienza indescrivibile, che porterò con me per sempre".

"Una storia che racconteremo a nostro figlio"

Tutto è andato per il meglio: con sole tre spinte Eitan è venuto alla luce. "L'ho avvolto in un panno pulito, asciugando naso e bocca" continua il papà. Tempo di adagiare il bambino in braccio alla mamma, hanno suonato i sanitari alla porta. "Mi hanno medicata e verificato che il piccolo stesse bene, poi ci hanno portati con l'ambulanza all'ospedale San Filippo Neri per gli accertamenti. Tutto il personale che ci ha assistiti ed è stato molto professionale, di una bravura e gentilezza unica. Mi hanno fatta sentire a mio agio", spiega Chiara, ringraziando i sanitari del 118 e l'ospedale. Sia la mamma che Eitan stanno bene e sono tornati a casa. "Dopo questa esperienza la nostra famiglia diventa ancor più forte e unita. È stata tutta una sorpresa e non vediamo l'ora di raccontare questa bella storia a nostro figlio, quando sarà grande".

1.967 CONDIVISIONI
Ragazza di 19 anni rientra a casa dopo il lavoro e viene investita: caccia all'auto pirata
Ragazza di 19 anni rientra a casa dopo il lavoro e viene investita: caccia all'auto pirata
La speranza bagna Napoli: ragazzi detenuti a Nisida puliscono i fondali del Golfo, guardando al futuro
La speranza bagna Napoli: ragazzi detenuti a Nisida puliscono i fondali del Golfo, guardando al futuro
78.635 di Peppe Pace
Alessia Piperno torna a casa, il padre:
Alessia Piperno torna a casa, il padre: "Ha dormito nel lettone con mamma e papà"
601.778 di Lorenzo Sassi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni