5.698 CONDIVISIONI

Cosa vedere a Sant’Angelo di Roccalvecce: la guida per visitare “Il paese delle fiabe”

Nel cuore della Tuscia viterbese sorge Sant’Angelo di Rocclavecce, comunemente chiamato ‘Il paese delle fiabe’. Si tratta di un piccolo borgo un tempo dimenticato e che dal 2017 ha ripreso vita grazie ad un progetto dell’Associazione culturale ACAS. Murales, installazioni e mosaici hanno colorato i muri del paese con disegni dedicati al mondo delle favole e delle leggende.
A cura di Paola Palazzo
5.698 CONDIVISIONI

Il paese delle fiabe esiste e si trova a pochi chilometri dalla Capitale. Si chiama Sant'Angelo di Roccalvecce, una piccola frazione del Comune di Viterbo, abitata da poco più di duecento persone, soprattutto anziani. Si sa poco di questo borgo sperduto nel Lazio, fino a pochi anni dimenticato, subendo il destino di molti piccoli centri della Tuscia viterbese: spopolamento con conseguente deterioramento di case e strade. Poi nel 2017 parte un progetto dell'Associazione culturale ACAS, diretta dai fratelli Gianluca e Paola Chiovelli, il cui obiettivo è la riqualificazione e il rilancio di Sant'Angelo, paese d'origine dei loro nonni. Nasce così l'idea di creare un museo a cielo aperto, con murales, installazioni e mosaici dedicati al mondo delle fiabe e delle leggende. Il 27 novembre dello stesso anno arriva la prima opera (a impatto zero) a colorare la facciata di un'abitazione: è Alice nel paese delle meraviglie, con tanto di Bianconiglio e il suo immancabile orologio da taschino. Dalla prima pennellata sono passati più di tre anni e oggi il borgo sta per accogliere la 46esima opera che raffigurerà Pocahontas, realizzata dall'artista russa Anna Conda. Grazie a questo progetto, che prevede la creazione di 100 opere nell'arco di sei anni, il borgo ha pian piano ripreso vita. Molte attività commerciali un tempo dismesse hanno riaperto i battenti e il crescente flusso turistico ha permesso la nascita di nuovi negozi.

Pocahontas di Anna Conda, foto di Gianluca Chiovelli
Pocahontas di Anna Conda, foto di Gianluca Chiovelli

Cosa vedere a Sant’Angelo di Roccalvecce: la mappa di luoghi e attrazioni da visitare

Il piccolo principe, Hansel e Gretel, Don Chisciotte e Pinocchio, sono solo alcune delle tante opere che colorano i muri di Sant'Angelo di Roccalvecce. Per ammirarle tutte e perdersi in questo mondo tra il vero e la fantasia, l'Associazione ACAS ha realizzato dei percorsi naturalistici che attraversano tutto il borgo e sono raccolti in un unico grande ‘Sentiero dei Castelli e delle Fiabe‘. Un itinerario lungo una ventina di chilometri che si dirama verso i comuni vicini (Bagnoregio, che ha finanziato il murale di Pinocchio ‘Il volo di Civita', Graffignano, Vitorchiano, Celleno) e le frazioni limitrofe (Roccalvecce, Grotte Santo Stefano). Questa grande rete si collega anche con alcuni siti archeologici della Tuscia presenti nell'area, come ruderi di villae romane, chiesette medioevali, conventi, edicole storiche ecc. Spesso vengono organizzate visite guidate gratuite per le scuole laziali, toscane, umbre e per i centri anziani e comitive. Tutte le iniziative vengono pubblicate sulla pagina Facebook del progetto. 

La Mappa del ’Sentiero dei Castelli e delle Fiabe’ a Sant’Angelo di Roccalvecce
La Mappa del ’Sentiero dei Castelli e delle Fiabe’ a Sant’Angelo di Roccalvecce

La guida su dove mangiare a Sant’Angelo di Roccalvecce

Sulla mappa del ‘Sentiero dei Castelli e delle Fiabe' delineata dall'Associazione ACAS, sono indicati diversi luoghi di ristoro per rifocillarsi durante la lunga passeggiata. Uno di questi è l'Hostaria Mastro Ciliegia, aperta da circa un'anno, offre vini e piatti tipici locali, oppure lo storico Panificio F.lli Oddo, situato nel cuore di Sant'Angelo di Roccalvecce, per chi preferisce snack salati o specialità dolci da poter gustare mentre si passeggia. Quest'ultimo ha una sede anche nel Comune di Griffignano. Non mancano nel tragitto Bed and Breakfast se si vuole passare più di un giorno nel paese delle fiabe.

Come arrivare a Sant’Angelo di Roccalvecce

Sant'Angelo di Roccalvecce dista circa un'ora e mezza da Roma. È possibile raggiungere il borgo in auto: percorrere il Grande Raccordo Anulare fino all'uscita 10, proseguire sull'A1 e poi prendere l'uscita E/35 verso Firenze, continuare fino a prendere l'uscita Attagliano verso SP Bomarzese/SP11, svoltare per SP19 e infine prendere SP132 direzione Str.Monte Secco a Sant'Angelo.

Mary Poppins di Violetta Carpino
Mary Poppins di Violetta Carpino
5.698 CONDIVISIONI
Le proposte dei partiti sui diritti civili: i programmi elettorali a confronto
Le proposte dei partiti sui diritti civili: i programmi elettorali a confronto
939.442 di Fanpage.it
Concerto Renato Zero, un hotel sopra il Circo Massimo offre cena da 180 euro con vista sull'evento
Concerto Renato Zero, un hotel sopra il Circo Massimo offre cena da 180 euro con vista sull'evento
Roma-HJK Helsinki all'Olimpico: divieti, strade chiuse e orari mezzi pubblici giovedì 15 settembre
Roma-HJK Helsinki all'Olimpico: divieti, strade chiuse e orari mezzi pubblici giovedì 15 settembre
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni