24 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Acea presenta offerta per il termovalorizzatore, Gualtieri avanti su Santa Palomba: cantieri nel 2024

L’obiettivo del sindaco Gualtieri è di aprire i cantieri del termovalorizzatore a Santa Palomba tra la fine del 2024 e l’inizio del prossimo anno.
A cura di Enrico Tata
24 CONDIVISIONI
Immagine

È arrivata un'unica offerta, come previsto, per la realizzazione del termovalorizzatore di Roma. L'ha presentata Acea Ambiente, capogruppo di un raggruppamento temporaneo d'impresa che comprende Suez Italiai, Vianini Lavori, Hitachi e Rmb. L'obiettivo del sindaco Gualtieri è di aprire i cantieri a Santa Palomba tra la fine del 2024 e l'inizio del prossimo anno. 

Dopo l'apertura delle buste, Roma Capitale informa in una nota di aver già dato inizio alla procedura di valutazione della documentazione presentata. La prossima fase, dopo la verifica, consiste nella nomina della Commissione per la valutazione degli aspetti economico-finanziari e di quelli tecnici. Questa commissione sarà presieduta da un dirigente di Roma Capitale e sarà composta da due esperti del settore.

L'obiettivo è quello di arrivare all'aggiudicazione definitiva dei lavori entro il prossimo mese di luglio per poi passare alla predisposizione del progetto esecutivo e delle ulteriori verifiche. Successivamente ci sarà la conferenza dei servizi decisoria. Queste procedure dovrebbero essere completate entro la fine del 2024.

"Quello concluso stamattina è stato un passaggio determinante e da oggi comincia una nuova fase operativa con l’obiettivo di arrivare all’aggiudicazione definitiva prima dell’estate. Roma vuole rivoluzionare il suo ciclo dei rifiuti per trattarli in proprio e costruire finalmente un’autonomia impiantistica come tutte le altre capitali europee e le grandi città italiane hanno già fatto: vogliamo cancellare una volta per tutte il ricorso alle discariche e la vergogna di un modello costoso, inquinante e inefficiente", ha spiegato il sindaco Gualtieri.

Il valore dell’investimento ammonta a 946,1 milioni di euro e la durata della concessione è di 33 anni e 5 mesi. Un'operazione complessiva da 7,4 miliardi di euro, considerando investimenti, costi e guadagni per il conferimento dei rifiuti, i costi per l'uso dei terreni e altri fattori. Come noto, il termovalorizzatore di Santa Palomba tratterà circa 600mila tonnellate di rifiuti all'anno e l'obiettivo dell'amministrazione capitolina è quello di inaugurarlo tra il 2026 e il 2027.

24 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views