Cosa succederebbe se si andasse oggi alle urne? Secondo il sondaggio di Emg Acqua illustrato ieri sera durante il Tg La7 condotto da Enrico Mentana le prime tre forze politiche del Paese sarebbero tutte in calo. A perdere consensi non sarebbe solo la Lega di Matteo Salvini, confermando il trend in negativo che va avanti ormai da alcuni mesi, di pari passo con l'emergenza coronavirus, ma anche il Partito democratico e il Movimento Cinque Stelle. Crescono invece gli altri due partiti della coalizione del centrodestra e Italia Viva. Ma vediamo nello specifico come si comporterebbero gli italiani se fossero chiamati a votare oggi.

La Lega si conferma il primo partito nel Paese con il 26,3% delle preferenze. Un dato in calo dello 0,3% rispetto alle ultime rilevazioni, quando il Carroccio era stimato al 26,6%. Perdita ancora più marcata per il Partito democratico, che passa dal 20% della scorsa settimana al 19,6% di ieri, scendendo di 0,4 punti percentuali. Stesso discorso per il Movimento Cinque Stelle, anch'esso in perdita dello 0,4%. Dal 15,7% degli ultimi risultati i pentastellati crollano al 15,3%

Sempre più vicini a Fratelli d'Itali, che invece conferma il trend in salita, guadagnando 0,5 punti percentuali questa settimana e salendo al 14,5%. Bene anche Forza Italia, normalmente stabile nei sondaggi: secondo Emg negli ultimi sette giorni gli azzurri hanno però ottenuto lo 0,4% in più dei consensi, arrivando nel sondaggio al 6,3%. In crescita pure Italia Viva che passa dal 2,9% al 3,2% guadagnando lo 0,3% questa settimana. Sopra la soglia del 3% anche Azione, che però negli ultimi sette giorni perde lo 0,1%.