L'istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, ha condotto un'indagine su un campione stratificato di 1.500 intervistati, per fornire un quadro sulle intenzioni di voto. Se si votasse oggi per le Politiche, la Lega si confermerebbe con il 32% primo partito nel Paese. Mentre il Movimento Cinque Stelle è dato al 26,5%. Staccati appaiono i partiti di opposizione: il Partito Democratico al 17,6% e Forza Italia al 9%; Fratelli d’Italia avrebbe il 3,4%, mentre non raggiungerebbero il 3% Più Europa, LeU, Potere al Popolo e le altre liste minori. Alle urne sarebbe atteso solo il 67% dei possibili elettori, e l'affluenza è più bassa di 6 punti rispetto al voto di marzo scorso.
Secondo l'istituto poi, il 55% degli intervistati esprime un giudizio positivo sull'operato del governo Conte, mentre una valutazione negativa è stata espressa da circa un terzo degli intervistati. Complessivamente il giudizio della maggioranza dei cittadini sul governo M5S-Lega resta ampiamente favorevole, con un lieve calo dovuto al lungo dibattito sulle misure della manovra economica.

Un altro sondaggio è stato curato da Emg Acqua, e presentato oggi ad Agorà, condotto da Serena Bortone su Raitre. Anche in questo caso la Lega risulta essere il primo partito, seguito dal M5S. Lievemente più bassa la percentuale di consenso per il Carroccio: il 30,6% degli intervistati voterebbe per il partito guidato da Salvini (in calo dello 0,4% rispetto alla settimana scorsa), e il 26,6% ha risposto che voterebbe per i Cinque Stelle, percentuale in aumento dell'0,5% rispetto al sondaggio pubblicato di una settimana fa. In totale i partiti della maggioranza incassano il 57,2% dei voti. Secondo Emg salgono invece le opposizioni di centrodestra: Forza Italia 8,8% (+0,5% rispetto a una settimana fa), Fratelli d'Italia 4,4% (+0,3%), Noi con l'Italia 0,8%. Il Pd scende lievemente, ottenendo il 18,5% delle preferenze, percentuale in calo dello 0,6% rispetto alla settimana scorsa. Stabili invece le opposizioni di centrosinistra: +Europa – Centro Democratico con Bonino 2,1% (+0,1%). Altri partiti fra cui Mdp, Si, Verdi raggiungono il 4,2% (-0,2%). Potere al popolo è al 1,8%% (-0,2%).

Per quanto riguarda invece la fiducia per i leader, il vicepremier Matteo Salvini resta il politico che raccoglie più consensi, con una percentuale del 49% degli intervistati, in calo di un punto rispetto alla rilevazione del 13 dicembre scorso. In seconda posizione troviamo il premier Conte con il 47%, in risalita di un punto rispetto al mese scorso. Segue Di Maio stabile al 43%, così come Giorgia Meloni che rimane al 21% e Zingaretti al 19%. In risalita di un punto Maurizio Martina (16%). In calo invece Silvio Berlusconi al 14%.