"I deputati del Pd parteciperanno alla staffetta democratica per garantire una costante presenza sulla Seawatch. Saremo a bordo finché ai 47 migranti, a partire dai minorenni, non sarà permesso di sbarcare in Italia. Se il ministro dell'Interno e il presidente del consiglio non sono in grado di fare accordi con gli altri paesi Ue per condividere l' accoglienza ai migranti, si dia mandato alla presidenza del Parlamento europeo o della Camera di trattare con la Commissione europea", lo ha fatto sapere il capogruppo Pd Graziano Delrio in una nota.

"Salvini cinico e senza pietà cerca consenso sulla pelle delle persone. Domani presenteremo proposta per istituire una commissione d'inchiesta sulle stragi di migranti nel Mediterraneo – ha detto Graziano Delrio – Dal ministro degli Interni gravi accuse e menzogne. I deputati che sono saliti sulla Sea Watch non hanno violato la legge, né favorito l'immigrazione clandestina. I presidenti di Camera e Senato battano un colpo, non è possibile restare silenti davanti a queste gravi accuse". 

"Sono in partenza per Siracusa e in contatto con gli operatori della Sea Watch. È una follia lasciare in mare persone che vanno salvate. L'Italia è altro da tutto questo", ha scritto su twitter Maurizio Martina, candidato alla segreteria del Pd.

Poi, una volta arrivato a destinazione, Martina ha scritto un post su Facebook: "Ora a Siracusa. Denunciamo la violazione della legge, lo sbarco non si può impedire. I minori non accompagnati devono essere sbarcati subito. I porti non sono chiusi e qualsiasi atto del genere sarebbe illegittimo. Occorre garantire subito l'attracco. Un governo all'altezza delle sue responsabilità non prende in ostaggio esseri umani in questo modo". 

"Domani saremo a Siracusa con i parlamentari del Pd. Parteciperemo alla staffetta democratica. Saremo a bordo della Sea Watch finché ai 47 migranti, a partire dai minorenni, non sarà permesso di sbarcare in Italia", ha annunciato su Twitter il segretario regionale del Pd Sicilia, il senatore Davide Faraone.

Sulla nave della ong tedesca battente bandiera olandese ci sono 47 persone, che aspettano da 3 giorni il permesso di sbarcare al porto di Siracusa, dopo 10 giorni di navigazione nel Mediterraneo. Oggi sull'imbarcazione c'è stato il blitz del segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, e dei parlamentari Stefania Prestigiacomo (Fi) e Riccardo Magi (+Europa), per controllare la situazione a bordo: "Il governo intervenga e faccia sbarcare subito tutti i 47 migranti a bordo della Sea Watch 3", hanno dichiarato. "Ascoltate quello che ha detto Berlusconi. Non si può restare indifferenti: chi ha un minimo di umanità, ho visto negli occhi una tristezza infinita. Non potevo non esercitare una mia prerogativa", ha detto Stefania Prestigiacomo dopo il sopralluogo.

Francesco Boccia, in corsa per la segreteria Pd, ha appoggiato l'idea: "Far sbarcare le 47 persone della Sea Watch, dopo averli fatti restare per 9 giorni al largo di Siracusa è un dovere per tutti gli italiani. Con il gesto di andare sulla nave Magi, Prestigiacomo e Fratoianni hanno rappresentato tutti. Bravi. La libertà umana si difende con l'accoglienza e tendendo sempre la mano a chi è in difficoltà, non esercitando potere e dominio sui deboli come fa Salvini. Il governo Lega-M5S, invece, continua a mostrare i muscoli con la povera gente facendo vergognare tutti noi. Ma sono sicuro che l'anima solidaristica degli italiani alla fine prevarrà su qualsiasi tentativo politico di governare con muscoli e propaganda".