6.388 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina
12 Maggio 2022
15:55

Renzi: “Conte record man di export armi e ora non vuole inviarle in Ucraina per inseguire sondaggi”

Matteo Renzi ha attaccato il leader del M5s Giuseppe Conte: “Oggi fa il pacifista perché vede i sondaggi e dice ‘no alle armi’ ma è il presidente del Consiglio che ha investito di più sulle armi”.
A cura di Annalisa Cangemi
6.388 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

Il leader di Italia viva Matteo Renzi attacca ancora il leader penstatellato Giuseppe Conte, a proposito dell'invio di armi in Ucraina: "Giuseppe Conte oggi fa il pacifista perché vede i sondaggi e dice ‘no alle armi’ ma è il presidente del Consiglio che ha investito di più sulle armi di tutti di noi. Conte è il record man di export di armi", ha detto questa mattina a margine del convegno ‘La geopolitica del cibo’, che si è tenuto a Roma.

"Cosa ci dice adesso? È la solita posizione dei Cinque stelle. Il viceministro agli esteri del M5s che si chiama Di Stefano andava 6 anni fa al Congresso del partito di Putin a dire che l’Ucraina è uno stato fantoccio, oggi dice il contrario. Questi non hanno un’idea la cambiano continuamente sulla base dei sondaggi. Quindi non perdiamo tempo con i grillini".

"I 5 stelle sono dei voltagabbana ambulanti, non hanno nessun obbiettivo se non quello di arrivare al 2023. Sono abbarbicati alla poltrona, la crisi di governo la fanno solo quando che è finita la legislatura, perché prima hanno talmente tanta paura di andare a casa che prima di farla si convertono come hanno fatto su tutto", ha proseguito. "Erano contro Tap, Tav, olimpiadi, Europa. Lasciamoli fare, non ci credono nemmeno loro alle cose che dicono. Quando Conte dice, basta armi, bisognerebbe chiedergli ‘ma era un tuo omonimo quello che ha fatto il presidente del Consiglio, aumentando l'export di armi, o eri tu'?", "Sono soddisfatto del governo Draghi – ha aggiunto – tutti vorremo avere di più, ma se penso che fino a un anno fa potevamo essere nelle mani di Conte e Ciampolillo mi alzo la mattina tirando un bel sospiro di sollievo, e dico ‘l'Italia è salva'".

Renzi: "Frase di Elisabetta Franchi inaccettabile"

Matteo Renzi nella sua enews è tornato anche sul caso di Elisabetta Franchi, l'imprenditrice che ha dichiarato di non trovare vantaggioso mettere in posizioni manageriali donne troppo giovani, preferendo le over 40, perché ormai hanno superato l'età della maternità. "Pensierino della sera. Molte polemiche per la frase inaccettabile di una imprenditrice, che ha dichiarato preferibile valorizzare solo le donne over 40. Ho retwittato questo tweet di Marianna Madia ("Una somma di stereotipi sciocchi su donne, uomini, giovani, lavoro e impresa. Per fortuna la nostra società è nel complesso più avanti di così, anche se le carenze di welfare sono ancora davvero troppe. #elisabettafranchi"). E vi dico che il mio Governo ha ottenuto molti risultati, sul lavoro, sui diritti civili, sulle riforme. Ma uno dei dati più belli è che siamo stati un Governo in cui al Quirinale una ministra aveva il pancione e che ha chiuso la propria esperienza dopo aver visto le ministre dare alla luce tre figli in tre anni. Si può essere mamme e fare attività ad alto livello, anzi si deve consentire a tutte le donne di non vedersi preclusa la carriera per la maternità. Forse non è facile come dovrebbe, ma sicuramente è giusto, necessario e doveroso!". 

6.388 CONDIVISIONI
2237 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni