AGGIORNAMENTO: Per la nave Open Arms, dell'ong spagnola Proactiva Open Arms, questo sarà l'ottavo giorno in mare, di fronte l'isola di Lampedusa. L'imbarcazione lo scorso 1 agosto ha salvato nel Canale di Sicilia 123 persone che si trovavano su due imbarcazioni alla deriva, e sta ancora attendendo l'indicazione di un porto sicuro, dopo aver ricevuto il no dalle autorità maltesi. A bordo della nave ci sono ancora 121 persone, tra cui 32 minori (tra loro due gemellini di 9 mesi). A nulla sono valsi gli appelli di organizzazioni umanitarie, come Medici Senza Frontiere, che ha espresso solidarietà a tutto l'equipaggio: "Non siete soli". Ma dagli Stati Ue non è arrivata nessuna offerta di collaborazione per accogliere i profughi, che scappano da abusi e violenze.

Oggi è la stessa Open Arms a twittare: "Ottavo giorno in mare. Il sentimento che prevale è la vergogna. Vergogna per un'Europa che lascia 121 persone in mezzo al mare per otto giorni mentre un gruppo di volontari coraggiosi fa di tutto per rendere la vita a bordo tollerabile. La vera Europa sono loro, siamo noi". Oggi pomeriggio Open Arms avrebbe dovuto tenere una conferenza stampa all'aeroporto di Lampedusa, dove sarebbero intervenuti Oscar Camps, fondatore Open Arms, Riccardo Gatti, presidente Open Arms Italia, l'attore Richard Gere, e Chef Rubio. Ma la conferenza stampa è stata rinviata a domani."Riteniamo inaccettabile che la vita di uomini, donne e bambini – ha spiegato l'ong – continui ad essere ignorata e che i diritti sanciti dalle Convezioni Internazionali continuino ad essere sistematicamente violati. Parleremo di questo insieme a un amico e attivista per i diritti umani, che da anni si batte per dare voce ai più vulnerabili in ogni angolo della terra, Richard Gere, che ci ha raggiunti a Lampedusa per dare il suo sostegno al nostro equipaggio e a tutte le persone a bordo". 

Due giorni fa i volontari avevano fatto sapere che se le condizioni sanitarie a bordo fossero peggiorate la nave sarebbe comunque entrate in acque italiane, portando i naufraghi a Lampedusa. A quel punto il ministro degli Interni Matteo Salvini ha minacciato di sequestrare la nave, anche in virtù del decreto Sicurezza bis, che ieri è diventato legge, dopo la firma del presidente della Repubblica Mattarella.

Salvini avvisa la Spagna: "Si faccia carico dei migranti"

In tanto la motonave Ocean Viking ha salvato 80 migranti in acque libiche. "Ong francese, su nave con bandiera norvegese, carica 80 immigrati in acque libiche. Sono pronto a firmare il divieto di ingresso nelle acque italiane. Al governo spagnolo abbiamo invece scritto di farsi carico dei 120 immigrati a bordo della Open Arms, Ong spagnola", ha commentato oggi il ministro degli Matteo Salvini.