20 Gennaio 2022
18:00

Il ministro Orlando ha ricevuto una lettere di minacce

Il ministro del Lavoro ha ricevuto una busta con una lettera di minacce, che è stata aperta da un membro della segreteria del ministero. All’interno del pacchetto c’era una sostanza in corso di identificazione da parte delle autorità.
A cura di Tommaso Coluzzi

Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ha ricevuto una busta con una lettera di minacce. Il pacchetto è stato consegnato al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, e prevedeva come destinatario il titolare del dicastero. Orlando, però, non era presente. Secondo quanto si apprende, la busta è stata aperta da un membro della segreteria, che è poi assistito dal personale sanitario e messo in isolamento per le analisi di rito degli organi competenti, che saranno effettuate anche sul contenuto della busta.

Le analisi dei Vigili del Fuoco, intervenuti insieme agli agenti dell’ispettorato della Polizia di Stato del ministero e al personale sanitario del 118, sono tuttora in corso. Sempre secondo quanto si apprende, all'interno della busta era presente una sostanza, con la quale la persona che l'ha aperta è venuta in contatto. Perciò le indagini si stanno concentrando sul tentativo di comprendere di cosa si tratti.

Intanto dal mondo della politica arrivano i messaggi di solidarietà al ministro del Lavoro: "Solidarietà ad Andrea Orlando per la lettera di minacce che ha ricevuto questa mattina al Ministero – twitta la capogruppo al Senato del Pd, Simona Malpezzi – Non si farà intimidire dai violenti". Sulla stessa linea la capogruppo dem alla Camera, Debora Serracchiani: "La solidarietà delle deputate e dei deputati del Pd al ministro Orlando per le minacce ricevute oggi – scrive la collega di partito – Non saranno queste intimidazioni a fermare il suo e il nostro impegno".

La solidarietà, però, arriva anche dagli altri partiti: "La solidarietà e la vicinanza, mia e di Italia Viva, al ministro Andrea Orlando vittima di minacce – twitta Teresa Bellanova – Un gesto vile che condanniamo con forza". E ancora: "Questi attacchi, ormai quotidiani, a esponenti di ogni forza politica e a figure impegnate ogni giorno nella gestione della cosa pubblica sono del tutto inaccettabili, ancora di più in una fase complessa come quella che stiamo vivendo", condanna il presidente della Liguria, Giovanni Toti.

"Per gli oppositori della Z campi di concentramento e sterilizzazione": la minaccia sulla TV russa
"Per gli oppositori della Z campi di concentramento e sterilizzazione": la minaccia sulla TV russa
La Russia risponde alla Finlandia: "Se entra nella Nato è una minaccia, così si crea nuovo fronte"
La Russia risponde alla Finlandia: "Se entra nella Nato è una minaccia, così si crea nuovo fronte"
Speranza al ministro della Salute ucraino: "Nostri ospedali aperti per chi fugge dalla guerra"
Speranza al ministro della Salute ucraino: "Nostri ospedali aperti per chi fugge dalla guerra"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni