115 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
24 Marzo 2022
06:00

Guerra in Ucraina, oggi il vertice Nato, il G7 e il Consiglio europeo: di cosa si discuterà

Oggi non è solo il giorno del vertice straordinario della Nato sull’Ucraina: si riunisce anche il G7 e il Consiglio europeo, a cui parteciperà in via eccezionale anche il presidente statunitense Joe Biden. Ecco i temi sul tavolo.
A cura di Annalisa Girardi
115 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Oggi è il giorno del vertice straordinario della Nato, riunito dal segretario Jens Stolteberg per discutere della risposta alla Russia a un mese dall'invasione dell'Ucraina. Ma è anche il giorno del G7 e del Consiglio europeo: l'obiettivo è sempre quello, fare il punto sulla guerra alle porte dell'Unione europea valutando come affrontare la situazione cn Mosca in modo da arrivare a un cessate il fuoco il più presto possibile. Il teatro di questi eventi sarà Bruxelles, dove si trova anche il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden. Il quale non parteciperà solo al vertice Nato e al G7, ma anche al Consiglio europeo insieme ai capi di Stato e di governo dei Paesi Ue: un gesto a significare l'unità e la compattezza dell'alleanza transatlantica.

Per quanto riguarda il vertice straordinario della Nato, ieri Stoltenberg ha sottolineato che non verranno inviati soldati dell'Alleanza in Ucraina, perché quello di fatto allargherebbe il conflitto e lo trasformerebbe in una guerra tra Nato e Russia. Quindi, in una guerra mondiale. Si discuterà, però, di come rafforzare il sostegno all'Ucraina con gli strumenti a disposizione.

Per quanto riguarda il Consiglio europeo, ci ha pensato Mario Draghi ad anticipare i temi sul tavolo dei leader Ue. "La comunità euroatlantica ribadirà l'unità e il sostegno all'Ucraina, un impegno comune per tutelare pace, sicurezza e democrazia", ha detto in Parlamento. "Il Consiglio Ue avviene a un mese esatto dall'inizio dell'invasione russa in Ucraina. Il presidente Putin non mostra interesse nell'arrivare a un negoziato, ma piuttosto vuole guadagnare terreno dal punto di vista militare, anche ricorrendo a bombardamenti a tappeto. Per questo la comunità internazionale ha adottato sanzioni sempre più dure. La strada diplomatica potrà avere successo solo quando Mosca lo vorrà realmente".

Oltre alla reazione contro Mosca e al sostegno politico e materiale da fornire all'Ucraina (non solo adesso, ma anche quando sarà il momento di ricostruire il Paese) al Consiglio europeo si parlerà anche delle conseguenze economiche della guerra, soprattutto per quanto riguarda l'aumento dei prezzi dell'energia. Il tutto dopo due anni di pandemia che hanno messo a dura prove le economie Ue.

115 CONDIVISIONI
2698 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni