Covid 19
18 Maggio 2020
11:27

Fase 2, le regole da rispettare per gli spettacoli e i concerti dal vivo

Dal 15 giugno riapriranno i cinema, teatri, e ci sarà il via libera anche agli spettacoli e concerti dal vivo. Secondo il dpcm si dovrà rispettare il distanziamento anche tra gli artisti, si dovrà procedere alla misurazione della febbre a maestranze e pubblico, con divieto di partecipazione all’evento per chi ha più di 37,5 gradi di febbre.
A cura di Annalisa Cangemi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il nuovo dpcm sulla fase due, in vigore da oggi, 18 maggio, ha stabilito la fine di molte misure restrittive in tutto il territorio nazionale. I cittadini hanno la possibilità di circolare liberamente all'interno della propria Regione, senza alcuna autocertificazione, e possono incontrare anche gli amici, non solo i congiunti.

Secondo il nuovo calendario delle riaperture, illustrate dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella conferenza stampa di sabato sera, a partire dal 15 giugno riapriranno anche i cinema, i teatri, e ci sarà il via libera anche per spettacoli e concerti. Ma come si legge in uno degli allegati al dpcm, arrivato ieri, si dovranno rispettare regole molto severe. È previsto il distanziamento anche tra gli artisti. Obbligatoria la misurazione della temperature corporea sia del pubblico presente sia di chi si esibisce, con divieto di partecipazione all'evento per chi ha più di 37,5 gradi di febbre. I locali dovranno essere sempre puliti tra uno spettacolo e l'altro.

Sarà obbligatorio indossare la mascherina e ci sarà il divieto di vendita di cibo, come pop corn o bibite. Dove possibile è si dovrà prediligere la vendita di biglietti elettronici per limitare le transazioni di presenza.

Le regole per gli spettacoli dal vivo

All'allegato numero 9 si legge che per poter fruire degli spettacoli in sicurezza si dovranno rispettare 13 regole.

  1. Bisogna mantenere sempre il distanziamento interpersonale, anche tra gli artisti.
  2. Misurazione della temperatura corporea agli spettatori, agli artisti, alle maestranze e a ogni altro lavoratore nel luogo dove si tiene lo spettacolo, impedendo l'accesso in caso di temperatura superiore a 37,5 gradi.
  3. Utilizzo obbligatorio di mascherine per gli spettatori.
  4. Utilizzo di idonei dispositivi di protezione individuale da parte dei lavoratori che operano in spazi condivisi e/o a contatto con il pubblico.
  5. Deve esserci un'adeguata periodica pulizia e igienizzazione degli ambienti chiusi e dei servizi igienici, anche tra i diversi spettacoli della giornata.
  6. Adeguata aereazione naturale e ricambio d'aria e rispetto delle raccomandazioni concernenti sistemi di ventilazione e di condizionamento.
  7. Ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani, soprattutto vicino a tastiere e sistemi touch per il pagamento.
  8. Divieto del consumo di cibo e bevande e della vendita al dettaglio di bevande e generi alimentari in occasione degli eventi e durante lo svolgimento degli spettacoli.
  9. Viene previsto anche l'utilizzo della segnaletica per far rispettare la distanza fisica di almeno 1 metro anche presso le biglietterie e gli sportelli informativi, nonché all'esterno dei luoghi dove si svolgono gli spettacoli.
  10. Regolamentazione dell'utilizzo dei servizi igienici in maniera tale da prevedere sempre il distanziamento sociale nell'accesso.
  11. Limitazione dell'utilizzo di pagamenti in contanti.
  12. Vendita dei biglietti e controllo dell'accesso, ove possibile, con modalità telematiche, anche al fine di evitare aggregazioni presso le biglietterie e gli spazi di accesso alle strutture.
  13. Comunicazione agli utenti, anche tramite l'utilizzo di video, delle misure di sicurezza e di prevenzione del rischio da seguire nei luoghi dove si svolge lo spettacolo.
31069 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni