Secondo il ministro dei beni culturali, Alberto Bonisoli, "Il Vaso di Fiori" del pittore Jan van Huysum, sottratto dai nazisti in Italia nel 1944, tornerà in Italia, agli Uffizi di Firenze. La fiducia sulla possibilità che quest'evento possa realizzarsi, al titolare del Mibac, è data proprio nei giorni di inaugurazione della BiennaleArte2019 a Venezia, durante i quali Bonisoli ha incontrato l'omologa collega tedesca, che ha confermato la disponibilità della Germania a far rientrare in Italia. Ad annunciarlo proprio il ministro su Twitter.

"Il Vaso di fiori" è un dipinto di Jan van Huysum, pittore di nature morte. L'opera è un olio su tela appartenente alle collezioni di Palazzo Pitti dal 1824, quando fu acquistato dal granduca lorenese Leopoldo II per la Galleria Palatina. Per oltre un secolo il dipinto rimase qui, insieme ad altre nature morte olandesi realizzate dai massimi artisti del Seicento e del Settecento.

Nel 1940, con lo scoppio della Seconda guerra mondiale, il quadro fu trasportato nella villa medicea di Poggio a Caiano. Nel 1943 fu spostato nella villa Bossi Pucci, sempre a Firenze, fino a quando militi dell’esercito tedesco in ritirata lo prelevarono insieme ad altre opere per trasferirlo a Castel Giovio, in provincia di Bolzano. Da lì l’opera fu trafugata in Germania.

Se ne persero le tracce fino al 1991, quando dopo la riunificazione, il dipinto tornò a far parlare di sé. e oggi, probabilmente, dopo la disponibilità del ministro tedesco alla restituzione, stiamo per mettere la parola fine su questa annosa vicenda che riguarda un dipinto di proprietà dello Stato italiano.