Arzano passa dal lockdown di questi giorni alla Zona Rossa vera e propria: lo ha deciso Vincenzo De Luca, presidente della Campania, con una ordinanza ad hoc, la numero 82 firmata ieri sera, martedì 20 ottobre. Il testo completo dell'ordinanza è stato pubblicato solo stanotte, e prevede diversi "cambiamenti" rispetto al lockdown dei giorni scorsi. A far decidere di optare per la zona rossa sono state le proteste dei giorni scorsi che, si legge nella stessa ordinanza, "hanno amplificato il rischio di ulteriori contagi in un territorio già duramente colpito, oltre a creare gravi problemi di sicurezza e di ordine pubblico". Mano dura, insomma, contro l'aumento dei contagi nella città dell'hinterland napoletano: nei giorni scorsi, le proteste degli esercenti si erano fatte numerose.

La durata della Zona Rossa è da intendersi fino al 30 ottobre "salvo ulteriori provvedimenti in conseguenza dell'evoluzione della situazione epidemiologica", si legge nel testo dell'ordinanza, dove i casi sono cresciuti di oltre il 200% tra il 29 settembre ed il 20 ottobre. Previsto il divieto di allontanamento dal territorio comunale di tutti i residenti ed il divieto di accesso dall'esterno.

Inoltre, è stata sospesa l'attività degli uffici pubblici, le attività commerciali comprese quelle di ristorazione (salvo le consegne a domicilio). Restano garantiti invece i servizi di prima necessità e la circolazione di operatori sanitari e socio-sanitari. Non si potrà uscire da Arzano neppure per andare a lavorare al di fuori del territorio comunale. Chiuse anche le strade secondarie, per evitare "accessi" o "uscite" non autorizzate. Resta, in ogni caso, consentito "il rientro presso la propria residenza o domicilio abituale". Qui il testo completo dell'ordinanza numero 82 pubblicata dalla Regione Campania.