Ci sono solo una trentina di siringhe a disposizione dei sanitari dell'ospedale Rummo di Benevento per effettuare le vaccinazioni contro il Coronavirus: è questa la denuncia che arriva dal sindaco del capoluogo sannita, Clemente Mastella. Intervenuto oggi nel corso della trasmissione "Omnibus", in onda su La7, il primo cittadino di Benevento ha dichiarato: "Oggi dall'ospedale di Benevento mi hanno fatto sapere che ci sono solo venti, trenta siringhe per effettuare le vaccinazioni anti-Covid. Ma si può andare avanti così?".

Mastella è intervenuto anche sulle polemiche che hanno circondato i ritardi nella partenza della campagna vaccinale contro il Coronavirus. "Di chi la colpa? Di Arcuri? Della Regione? Sono domande che al cittadino non interessano, la gente se ne frega di sapere di chi è la colpa dinanzi a inefficienze così gravi. E la sfiducia nei confronti delle istituzioni cresce". Il sindaco di Benevento non ha risparmiato critiche neppure sulle nuove disposizioni per contrastare la diffusione del Coronavirus che entreranno in vigore, in Campania come nel resto d'Italia, a partire dal 7 gennaio: "È questa incertezza che logora la cittadinanza; anche sulla questione dei colori: zona arancione, zona rossa. Non è così che si gestisce la crisi".

In Campania vaccinate 16.602 persone: quasi il 50% delle dosi ricevute

Intanto, come rende noto il report del Ministero della Salute sulla campagna vaccinale aggiornato in tempo reale, in Campania sono state vaccinate 16.602 persone, su 33.870 dosi ricevute: questo vuol dire che il 49 percento delle dosi totali ricevute fino ad ora dalla Campania è stato somministrato.