Covid 19
24 Dicembre 2021
16:10

Alla Stazione Centrale di Napoli assembramenti con centinaia di passeggeri per un treno guasto

Ritardi di 2 ore e folla alla Stazione Garibaldi presa d’assalto per le partenze per le feste. Fs: “Rispettati i protocolli”
A cura di Pierluigi Frattasi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Folla e ressa alla Stazione Centrale di Napoli, dove oggi si sono registrati anche assembramenti con centinaia di persone in attesa dei treni. I passeggeri, infatti, non possono accedere alla banchine fino a quando non viene indicato il binario sul tabellone degli arrivi e delle partenze. Questo però ha determinato affollamenti nell'area d'attesa antistante. E non sono mancate le lamentele da parte degli utenti che hanno protestato a causa degli assembramenti. Una situazione di calca legata anche all'incremento fisiologico dei viaggiatori dovuto al periodo natalizio e in parte ad un guasto ad un treno che ha provocato alcuni ritardi a cascata sull'Alta Velocità, ora in corso di risoluzione, che sta provocando ritardi nelle corse anche di 2 ore.

Le Ferrovie dello Stato: rispettati i protocolli anti-Covid19

Per le Ferrovie dello Stato, tutti i protocolli di sicurezza Covid sono stati rispettati. Il divieto di accedere alle banchine dei treni prima che sia indicato il binario è una procedura consueta, volta ad evitare assembramenti e a far incanalare le persone ai marciapiedi solo in prossimità dell'arrivo dei treni al proprio binario di competenza. D'altra parte, se non esce il numero del binario è anche complicato per i viaggiatori capire dove recarsi di preciso. Per viaggiare a bordo dei treni delle ferrovie, infatti, ci sono rigide regole anti-contagio. Naturalmente è obbligatorio avere il green pass per salire a bordo, mantenere il distanziamento sia mentre si aspetta nell'area di attesa, che sulle banchine, e durante la salita a bordo del convoglio. E indossare sempre la mascherina protettiva, in modo da ridurre al minimo il rischio di possibili contagi.

29737 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni