105 CONDIVISIONI
Covid 19
31 Maggio 2022
14:01

Tavolini di bar e ristoranti gratis a Napoli anche in estate 2022, verso la proroga a settembre

Dal Parlamento arriva una nuova proroga di 3 mesi per le occupazioni semplificate per Covid che scadono il 30 giugno. Ora la palla passa al Comune di Napoli.
A cura di Pierluigi Frattasi
105 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Tavolini, ombrelloni e sedie di bar e ristoranti gratis a Napoli anche per l'estate 2022. Le agevolazioni Covid per le occupazioni semplificate di suolo pubblico sarebbero scadute il prossimo 30 giugno, ma è in cantiere una proroga fino al 30 settembre. La decisione è arrivata dal Parlamento che ha prorogato fino a fine settembre in tutt'Italia le norme per l'emergenza Covid relative all'occupazione di suolo pubblico. Si tratta di una nuova proroga di altri tre mesi, quindi, della misura che attualmente è in vigore a Napoli fino al 30 giugno prossimo e che era stata già prorogata anche dopo il termine dello stato di emergenza sanitario nazionale il 31 marzo scorso.

Il Parlamento, venendo incontro alle richieste delle categorie, dell'ANCI e di alcune forze politiche tra cui il M5s, aveva prorogato la misura al 30 giugno 2022, grazie alla legge 15/2022, che ha convertito il decreto Milleproroghe. Ora è arrivata una nuova proroga di altri tre mesi. Adesso la palla passa al Comune di Napoli che potrà decidere se prorogare la delibera attualmente in vigore e in scadenza a marzo, oppure no.

La riforma del canone unico approvata in Consiglio

Novità in arrivo anche sul canone unico patrimoniale per l'occupazione di suolo che ha sostituito il vecchio Cosap. Ieri il consiglio comunale ha approvato la delibera di Giunta Comunale n. 171 del 25.5.2022 che introduce modifiche e integrazioni al Regolamento per la disciplina del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria. La delibera propone anche la modifica del Regolamento per la disciplina del canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate. Si tratta, ha spiegato l’Assessore, di una serie di misure volte alla semplificazione del sistema impositivo in vigore fino al 2020, nello specifico oggi l’Aula è chiamata ad approvare una prima tranche di modifiche del Regolamento per le urgenze connesse al bilancio.

Nella replica l’assessore Baretta ha chiesto all’Aula di usare le prossime settimane, fino all’approvazione dell’Assestamento di bilancio, per ragionare complessivamente nel merito dei temi indicati negli ordini del giorno. L’assessora Armato ha ricordato di aver elaborato in questi mesi un insieme di regole che verranno progressivamente sottoposte al Consiglio, frutto di un costante confronto con tutti. Si tratta di una materia importante per lo sviluppo del commercio e del turismo in città, ha concluso, che verrà trattata nelle prossime settimane, prima dell’ Assestamento di bilancio di luglio e della scadenza della proroga per le occupazioni di suolo prevista per settembre. Messa in votazione, la delibera è stata approvata a maggioranza con il voto contrario dei consiglieri  Guangi e Savastano e l’astensione dei consiglieri Palumbo, Clemente e Lange.

105 CONDIVISIONI
31613 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni