731 CONDIVISIONI

Storia del veliero Amerigo Vespucci, il più bello del mondo: varato a Castellammare il 22 febbraio 1931

Quello che è considerato il veliero più bello del mondo, la Amerigo Vespucci, fu inaugurato a Castellammare di Stabia, nella provincia di Napoli, il 22 febbraio del 1931. Progettato un anno prima, il veliero scuola della Marina Militare Italiana fu costruito e poi varato negli stabilimenti della Fincantieri della città stabiese.
A cura di Valerio Papadia
731 CONDIVISIONI
Amerigo Vespucci
Amerigo Vespucci

Orgoglio e genio partenopeo: forse non tutti sanno che, quello che è considerato il veliero più bello del mondo, la Amerigo Vespucci, è nato a Castellammare di Stabia. Il veliero scuola della Marina Militare Italiana fu infatti costruito e varato negli stabilimenti Fincantieri di Castellammare il 22 febbraio del 1931. Nel 1925, infatti, la Marina decide di costruire una nave a vela per l'addestramento degli allievi ufficiali che sostituisca la Flavio Gioia, ormai prossima al "pensionamento". Così, 5 anni più tardi, nel 1930, l'ingegnere Francesco Rotundi, tenente colonnello del Genio Navale e direttore dei Regi Cantieri Navali di Castellammare di Stabia, comincia a progettare la Amerigo Vespucci sui modelli del Monarca, la nave ammiraglia della Real Marina del Regno delle Due Sicilie: il prototipo venne costruito invece da Michele Filosa, modellista ufficiale dei Cantieri Navali di Castellammare. Più o meno un anno dopo, il 22 febbraio del 1931, il veliero viene battezzato nella città stabiese, per poi partire alla volta di Genova, dove ricevette la bandiera di combattimento.

La Amerigo Vespucci vanta il record di essere la più antica imbarcazione della Marina Militare Italiana ancora in servizio, venendo utilizzata ancora come nave scuola. Dal giorno della sua inaugurazione, il veliero è tornato soltanto 5 volte a casa, ovvero a Castellammare di Stabia, la cittadina della provincia partenopea che può dunque fregiarsi di aver "dato i natali" al veliero più bello del mondo. Il suo motto è : «Non chi comincia ma quel che persevera».

L'incontro tra la nave Vespucci e una portaerei americana

A proposito della Vespucci e della sua bellezza, c'è una storia che quasi è leggenda. Anno 1962, la Portaerei Statunitense USS Indipendence solca il Mar Mediterraneo e incrocia il veliero italiano. La portaerei col segnale luminoso, si mette in comunicazione coi nostri:

  • Chi siete?
  • Dall’Amerigo Vespucci arriva la risposta ovvia: Nave scuola Amerigo Vespucci, Marina Militare Italiana
  • La risposta degli  americani fu storica: siete la nave più bella del Mondo
731 CONDIVISIONI
Luciano De Crescenzo a 3 anni dalla morte, le iniziative per ricordarlo
Luciano De Crescenzo a 3 anni dalla morte, le iniziative per ricordarlo
Migliorano le condizioni di Maurizio De Giovanni. Lo scrittore ieri operato dopo un infarto
Migliorano le condizioni di Maurizio De Giovanni. Lo scrittore ieri operato dopo un infarto
Le condizioni di Maurizio De Giovanni, lo scrittore sottoposto ad angioplastica dopo un infarto
Le condizioni di Maurizio De Giovanni, lo scrittore sottoposto ad angioplastica dopo un infarto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni