7.057 CONDIVISIONI
25 Dicembre 2021
19:30

Stanotte a Napoli la sera di Natale su Rai1, alla scoperta della città con Alberto Angela

Questa sera, sabato 25 dicembre, va in onda lo speciale di Alberto Angela dedicato a Napoli: un viaggio notturno tra bellezze, miti e leggende della città.
A cura di Valerio Papadia
7.057 CONDIVISIONI

È finalmente arrivato il momento che in tanti aspettavano: questa sera, sabato 25 dicembre, a Natale, va in onda su Rai Uno "Stanotte a Napoli", speciale di Alberto Angela dedicato al capoluogo campano; si tratta di un viaggio notturno tra le bellezze della città, un giro per i vicoli alla scoperta dei suoi luoghi simbolo, dei miti e delle leggende. Come ha spiegato più volte presentando il programma, Alberto Angela ha intenzione di mostrare a tutta Italia le bellezze di Napoli, anche quelle poco conosciute: un vero e proprio regalo di Natale insomma, e il giorno scelto per la messa in onda non è un caso, non soltanto ai napoletani quindi, ma a tutti gli italiani.

Tanti i luoghi in cui, lo scorso ottobre, Alberto Angela ha utilizzato per le riprese e che, la sera di Natale, si potranno ammirare in tv: da piazza del Plebiscito e il Palazzo Reale a San Gregorio Armeno, la strada dei presepi; ma anche la misteriosa Cappella Sansevero e le Catacombe di San Gennaro. Ad accompagnare il famoso e amato divulgatore nel viaggio nei luoghi simbolo di Napoli ci saranno diversi ospiti: da Giancarlo Giannini a Massimo Ranieri, passando per Serena Rossi e Marisa Laurito.

Piazza del Plebiscito e Palazzo Reale

Palazzo Reale di Napoli, dal lato di Piazza del Plebiscito.
La facciata di Palazzo Reale vista da piazza del Plebiscito

È uno dei simboli di Napoli, forse quello più conosciuto e rappresentativo insieme al Vesuvio: piazza del Plebiscito. Incastonata tra il mare e la collina di Pizzofalcone, la piazza è famosa per la Basilica di San Francesco da Paolo con il suo maestoso colonnato e per il Palazzo Reale, che sorge di fronte la chiesa, dall'altro lato della piazza.

San Gregorio Armeno

Un viaggio tra le bellezze di Napoli, alla scoperta del suo folklore, soprattutto a Natale, non può non passare da San Gregorio Armeno. La strada che unisce via San Biagio dei Librai e via Tribunali, ai Decumani, nel cuore del centro storico della città, è conosciuta in tutto il mondo come la strada dei presepi: qui, infatti, sorgono le botteghe dei mastri artigiani che confezionano presepi e pastori; ogni anno, ad arricchire la collezione di statuine che cittadini e turisti possono portare a casa, ci sono i personaggi famosi più in voga del momento.

Catacombe di San Gennaro

Le Catacombe di San Gennaro
Le Catacombe di San Gennaro

Tra i luoghi visitati da Alberto Angela, che gli spettatori vedranno in "Stanotte a Napoli", ce n'è uno legato al mito, alla leggenda e, perché no, a una certa magia che si respira in città: le Catacombe di San Gennaro. Si tratta di uno dei luoghi simbolo della venerazione dei napoletani per il Santo Patrono: le Catacombe fanno parte del vasto complesso sotterraneo che si espande nel sottosuolo di Napoli e il suo ingresso si trova di fiano alla Basilica dell'Incoronata Madre del Buon Consiglio a Capodimonte. Luogo di culto fin dal III secolo d.C., dal momento che hanno ospitato le spoglie di Sant'Agrippino, considerato il primo Patrono di Napoli, le Catacombe hanno poi ospitato intorno al 400 d.C. le spogli di San Gennaro dopo il suo martirio.

Cappella Sansevero

Interno di Cappella Sansevero
Interno di Cappella Sansevero

Un altro dei luoghi simbolo di Napoli, che gli spettatori potranno visitare a Natale insieme ad Alberto Angela, è la Cappella Sansevero, forse uno dei posti più esoterici del capoluogo campano. Siamo dietro piazza San Domenico Maggiore, ancora nel centro storico della città: la fama della Cappella la si deve al suo antico proprietario, Raimondo de Sangro, principe di Sansevero appunto, e all'opera ivi custodita, il Cristo Velato di Giuseppe Sammartino. All'interno della Cappella, collegata a Palazzo Sansevero in cui de Sangro abitava, leggenda vuole che il principe conducesse i suoi esperimenti alchemici.

7.057 CONDIVISIONI
È morto Piero Angela, l’annuncio del figlio Alberto: “Buon viaggio papà
È morto Piero Angela, l’annuncio del figlio Alberto: “Buon viaggio papà"
1.119 di Cose Vere
Caserta e Napoli all'ottavo e al nono posto per rischio corruzione, al Sud le città più esposte
Caserta e Napoli all'ottavo e al nono posto per rischio corruzione, al Sud le città più esposte
Piero Angela, il cordoglio di De Luca e Manfredi:
Piero Angela, il cordoglio di De Luca e Manfredi: "Addio a un grande amico di Napoli e della Campania"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni