Arrivate 22.500 dosi di vaccino Pfizer contro il Coronavirus in Campania. Consegna molto ridotte rispetto a quelle dell’inizio di gennaio che arrivavano a 34mila dosi circa. Le fiale sono già in distribuzione nei 27 Hub della Campania, dove si stanno facendo solo i richiami ai pazienti che hanno già ricevuto la prima iniezione, trascorsi i 21 giorni necessari. Alla Mostra d'Oltremare di Fuorigrotta, a Napoli, sono 1.004 i convocati per la seconda dose. Per la prossima settimana la Campania attende invece il ritorno a una spedizione in linea con i numeri del passato, di circa 38mila dosi, secondo le rassicurazioni dell'industria farmaceutica, e potrebbero ripartire quindi le prime iniezioni attualmente sospese. Prosegue intanto la riserva per la somministrazione della seconda dose. Al momento la Campania ha somministrato 123.721 dosi sulle 147.955 ricevute, quindi l'83,6%.

Campania sesta in Italia per dosi somministrate

La Campania è la sesta regione in Italia per percentuale di dosi di vaccino somministrate rispetto a quelle consegnate: in totale sono 123.721 le dosi somministrate su 147.955 consegnate pari all’83,6%. Al primo posto c’è il Piemonte all’89,4%. Delle 123mila dosi della Campania, 63.720 sono andate a donne e 60.001 agli uomini. Per quanto riguarda, poi, le fasce d’età sono ben 1.045 gli ultra novantenni vaccinati. Ma la fascia che ha ricevuto più dosi è quella dei 50-59 anni che ne ha avute 32.230. In questa prima fase della campagna vaccinale partita il 27 dicembre scorso, in occasione del Vaccine Day europeo, infatti, si è deciso di vaccinare solo personale sanitario e anziani ospiti della case di riposo. Tra i vaccinati campani risultano anche 1.873 tra 80 e 89 anni, 82 tra 16 e 19 anni. E ancora 3.411 (70-79 anni), 26.945 (60-69), 23.913 (40-49 anni), 21.374 (30-39 anni) e 12.848 (20-29 anni).