Convoglio della linea Cumana di Napoli

È salito sul treno senza indossare la mascherina e, quando un carabiniere in borghese gli ha fatto notare che doveva indossarla, lo ha aggredito, colpendolo in volto e mandandolo in ospedale: l'aggressore è stato arrestato. L'episodio, questa mattina, sulla Cumana, linea gestita da Eav, società del trasporto pubblico che collega Napoli con l'area flegrea, nei pressi della stazione di Edenlandia, a Fuorigrotta, quartiere della periferia occidentale del capoluogo campano. Sul treno, il militare dell'Arma in borghese ha notato l'uomo senza mascherina e, dopo averlo avvicinato, gli ha chiesto di indossarla. Tra i due è nata una discussione, al culmine della quale l'uomo ha colpito il carabiniere in volto, provocandogli una ferita grave, nonché una sospetta frattura del setto nasale. L'aggressore è stato ad ogni modo bloccato e arrestato.

La vicenda è stata denunciata e raccontata su Facebook da Umberto De Gregorio, presidente dell'Eav. "Ci sono commenti da poter fare? Purtroppo solo rabbia e sgomento. Solidarietà al Carabiniere e forza a tutti per andare avanti" ha scritto De Gregorio sul social network. Il carabiniere, apprende Fanpage.it, è stato trasportato all'ospedale Cardarelli, dove è stato ricoverato per frattura del setto nasale, scheggiatura dell'incisivo centrale superiore dentro, contusione alla spalla e braccio destro e lesione da morso al dito indice della mano destra; in settimana dovrebbe essere operato al naso.

Carabinieri aggrediti anche a Sant'Antimo, nella provincia partenopea, dove i militari dell'Arma sono intervenuti per sedare una lite domestica tra una coppia di coniugi. L'uomo, un 48enne del posto, al culmine della lite ha minacciato di far saltare in aria la casa con delle bombole di gas e poi di lanciarsi dal quarto piano. Quando sul posto sono arrivati i militari dell'Arma, l'uomo li ha poi aggrediti, spintonandoli e facendone cadere uno dalle scale: l'uomo è stato bloccato e arrestato.