1.021 CONDIVISIONI
Coronavirus
4 Settembre 2021
11:22

Salerno, Amerigo muore di Covid a 31 anni: non era vaccinato

Addio ad Amerigo Esposito, noto in paese come Amerigo Cars, imprenditore di 31 anni originario di San Valentino Torio, in provincia di Salerno. L’uomo è morto all’ospedale Mauro Scarlato di Scafati dopo da qualche giorno era ricoverato a seguito del peggioramento delle sue condizioni cliniche dovute al contagio da Covid-19.
A cura di Filippo M. Capra
1.021 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Addio ad Amerigo Esposito, noto in paese come Amerigo Cars, imprenditore di 31 anni originario di San Valentino Torio, in provincia di Salerno. L'uomo è morto all'ospedale Mauro Scarlato di Scafati dopo da qualche giorno era ricoverato a seguito del peggioramento delle sue condizioni cliniche dovute al contagio da Covid-19.

Addio ad Amerigo Esposito, morto a 31 anni per Covid: non era vaccinato

Amerigo, ricoverato in terapia sub intensiva, era stato successivamente trasferito nel reparto di Rianimazione da dove purtroppo non è mai uscito. Disperazione e sgomento tra famigliari e amici per il 31enne che soffriva di obesità e, stando a quanto riportato da Le Cronache, non aveva ancora ricevuto il vaccino contro il virus. La parrocchia di San Biagio, paese adiacente a San Valentino Torio, gli ha riservato un pensiero su Facebook, scrivendo: "Ascolta, o Padre Santo, la nostra preghiera per il nostro fratello Amerigo Esposito che hai chiamato alla gioia del tuo Regno". I funerali di Amerigo verranno celebrati nella mattinata di oggi, sabato 4 settembre.

Il cantante neomelodico Nino Esposito: Condoglianze alla famiglia

Cordoglio anche da parte di Nino Esposito, cantante neomelodico napoletano di cui Amerigo era fan. Dal suo profilo Facebook, l'artista ha mandato un messaggio al 31enne e alla sua famiglia, scrivendo: "Riposa in pace Amerigo. Eri un mio grande fan, ogni volta che facevi una festa mi chiamavi sempre, se mi incontravi in un ristorante pagavi sempre il conto a tutti senza neanche dircelo". Il cantante ha poi aggiunto: "Eri un bravo ragazzo, a trent’anni non si può morire così, per un virus maledetto che questi incapaci non riescono a curare in tempo. Condoglianze alla famiglia".

1.021 CONDIVISIONI
27429 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni