Si terranno sabato 15 maggio i funerali di Alessandro Sabatino e Luigi Cerreto, i due giovani del Casertano scomparsi nel nulla sette anni in Sicilia i cui corpi sono stati ritrovati soltanto lo scorso febbraio. La Procura della Repubblica di Catania, che sta indagando sulla vicenda, ha autorizzato i funerali, dissequestrando le salme sulle quali si sono svolte le autopsie. I funerali si terranno in due luoghi diversi: alle 9.30 nella chiesa di San Marco Evangelista quelli di Luigi Cerreto, alle 16 nella parrocchia di San Marcellino quelli di Alessandro Sabatino.

Ancora nebulosa la vicenda che li riguarda, e di cui si sono occupati anche importanti trasmissioni televisive nazionali, come "Chi L'Ha Visto", in onda su Rai Tre. Alessandro Sabatino e Luigi Cerreto, rispettivamente 40 e 23 anni, erano scomparsi il 12 maggio del 2014 a Siracusa, in Sicilia, dove lavoravano come badanti ad un anziano. L'autopsia ha rivelato che furono uccisi con due colpi di pistola, forse storditi con del sonnifero poco prima di essere giustiziati. Ad essere accusato di questo duplice omicidio è Giampiero Riccioli, figlio dell'anziano accudito dai due casertani.

Secondo quanto ricostruito finora, i due giovani avrebbero notato all'epoca maltrattamenti di cui era vittima l'anziano, puntando il dito proprio contro il figlio, che lo avrebbe lasciato anche senza farmaci pur incassandone la pensione. Si tratta però di mere ipotesi investigative: fatto sta che i due sparirono nel nulla e dopo anni di ricerche solo a febbraio di quest'anno la svolta con il ritrovamento di resti umani ed indumenti nel terreno della villa di Siracusa di proprietà di Riccioli, arrestato poche ore dopo la conferma dal DNA che si trattasse di resti dei due ragazzi casertani. L'uomo adesso è indagato per duplice omicidio e occultamento di cadavere.