Un tumore enorme, di 70 centimetri di diametro e ben 20 chili di peso, è stato asportato a una paziente di 64 anni: l'intervento salvavita è stato effettuato all'ospedale Cardarelli di Napoli dai chirurghi del Centro Trapianti di Fegato e del reparto di Chirurgia Oncologica. La delicata operazione chirurgica è stata pianificata la scorsa settimana, quando alla paziente, Luisa Cicatiello (questo il suo nome) è stato diagnosticato il tumore, una massa addomino-pelvica: residente a Firenze da molti anni, ma originaria della Campania, la donna non ci ha pensato due volte e ha deciso di farsi ricoverare e operare al Cardarelli. "La paziente era molto spaventata dal Covid, per questo ha rinunciato ad ogni tipo di controllo, nonostante i sintomi. Nei mesi il gonfiore è aumentato sempre più, sino a quando la donna si è finalmente convinta ad andare dal ginecologo" ha spiegato il direttore del Reparto Chirurgia Epatobiliare e Trapianto di Fegato, Giovanni Vennareci, che ha effettuato l'intervento insieme ai chirurghi Giuseppe Arenga e Donatella Pisaniella.

"L’esempio di un’attività straordinaria che non si è mai fermata nonostante la pandemia. Il Cardarelli è infatti un’azienda ospedaliera di riferimento a livello regionale e nazionale, un’azienda che non ha mai smesso di erogare prestazioni in emergenza-urgenza neanche nei giorni più duri della pandemia" ha dichiarato Giuseppe Longo, direttore generale dell'ospedale Cardarelli. Anche Giuseppe Russo, direttore sanitario del nosocomio, si è congratulato per "l’ordinaria straordinarietà del lavoro messo in campo da tutto il personale".