Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Lavoravano nel cantiere, nonostante questo fosse stato sottoposto a sequestro per alcune irregolarità riscontrare durante un precedente controllo: 9 persone sono state denunciate dai carabinieri a Qualiano, nella provincia di Napoli. Nella fattispecie, i carabinieri del Gruppo Tutela Lavoro di Napoli, unitamente al personale dell'Ufficio Tecnico Locale del Comune di Quarto, nel corso di un controllo sul territorio, hanno sentito forti rumori provenire da un cantiere edile posto in via Salvator Rosa: giunti sul posto, i militari dell'Arma hanno scoperto che alcuni operai stavano lavorando, nonostante quello stesso cantiere fosse stato sequestrato nel 2019 perché abusivo. Così, sette operai sono stati denunciati per violazione dei sigilli che erano stati apposti al cantiere, mentre i due responsabili della ditta edile che stava eseguendo i lavori sono stati denunciati per abusivismo edilizio e smaltimento illecito di rifiuti e sanzionati con multe del valore complessivo di 38.500 euro.

Una vasta operazione di contrasto all'abusivismo commerciale è stata invece messa in piedi a Napoli dagli agenti della Polizia Municipale. In vista dell'imminente ritorno a scuola, i vigili urbani hanno controllato numerosi esercizi commerciali, rinvenendo e sequestrando in un negozio gestito da un cittadino cinese, tra la Zona Industriale e San Carlo all'Arena, 800 articoli per la scuola (zaini, cartelle, astucci) ritenuti potenzialmente pericolosi per la salute degli studenti, privi delle certificazioni di sicurezza previste dalla legge. Nella zona del lungomare, invece, sono stati identificati venditori ambulanti senza alcuna autorizzazione alla vendita e all'occupazione di suolo pubblico.