140 CONDIVISIONI
Coronavirus
12 Luglio 2021
16:58

Pericolo focolaio Covid dopo festa per i 18 anni a Licola: un positivo, 35 ragazzi in quarantena

Trentacinque giovani tra i 18 e i 20 anni sono stati sottoposti a quarantena dopo che un loro coetaneo era risultato positivo Covid: avevano tutti partecipato a una festa per i 18 anni di una ragazza che si era tenuta il 5 luglio scorso in un locale di Licola, in provincia di Napoli; in queste ore i ragazzi verranno sottoposti ai tamponi per verificare l’eventuale contagio.
A cura di Nico Falco
140 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Trentacinque giovani, residenti tra Pozzuoli e i comuni limitrofi, nella provincia di Napoli, sono stati sottoposti alla quarantena domiciliare fiduciaria dopo aver partecipato a una festa per i 18 anni di una ragazza che si era tenuta lunedì scorso in un locale di Licola. L'allarme dopo che uno dei partecipanti aveva manifestato chiari sintomi Covid, con difficoltà respiratorie; l'Asl Napoli 2 Nord, come da prassi, dopo la conferma della positività aveva avviato le procedure per il tracciamento, per individuare i contatti stretti del ragazzo.

In questa fase era emersa la circostanza del party, che per le modalità con cui si è svolta rappresenta un potenziale veicolo di contagio. Da qui, la decisione dell'Asl di rintracciare anche tutti gli altri partecipanti e di procedere con i test a tappeto; per il momento sono stati identificati 35 giovani tra i 18 e i 20 anni, che avevano tutti preso parte alla festa di compleanno lo scorso 5 luglio a Licola; a quanto si apprende nessuno per il momento manifesterebbe sintomi, ma per tutti, sottoposti a quarantena fiduciaria, sono stati disposti i tamponi, da effettuare in queste ore per verificare l'eventuale contagio. Molti degli invitati alla festa non sarebbero stati vaccinati.

Un caso analogo si era verificato nei giorni scorsi a Caserta: dopo la scoperta di un caso Covid nel campo estivo "Estate Ragazzi", organizzato nell'Istituto Salesiano Sacro Cuore di Maria a Caserta, erano finite in quarantena 300 persone, per la maggior parte bambini e ragazzi che avevano preso parte alle attività; il campo estivo era stato sospeso e i locali sanificati, le attività dovrebbero riprendere domani, 13 luglio.

140 CONDIVISIONI
27058 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni