«Sono più di 3.000 i contagiati in Campania oggi. Non si regge più. Ma ancora la percezione del pericolo sanitario non si ha  e rischiamo la tragedia». Clemente Mastella, sindaco di Benevento, anticipa con un post su Facebook la notizia che stava circolando già da ore: ovvero quella di un forte incremento dei contagi Covid in Campania che hanno  sfondato il muro delle tre migliaia al giorno.

Scrive Clemente Mastella su Facebook, che da qualche tempo è il suo canale preferito per comunicare con la popolazione:

C’ è un divario di percezione tra il rischio sanitario e l'amplificazione di quello economico. Il bivio storico è: se si spinge sulla leva coraggiosa ma complicata per contenere i contagi, ormai sfuggiti di mano, si danneggia L’ economia, e , invece , senza contenimenti saltano le strutture sanitarie con conseguenze spaventose . Anche da noi inizia ad essere così . Noi però, siamo il paese che ha la quantità di lavoratori autonomi più alta in Europa, ed abbiamo un sommerso economico senza tutele. Allora occorre che i ristori siano celeri attenuando le conseguenze sociali della chiusura . Debbo dire però che se non ci saranno provvedimenti aggressivi in alcune realtà la situazione volgerà al peggio e tornerà dove nessuno vorrebbe, cioè alla primavera.  Occorrono quindi chiusure locali e mirate .

Mastella conclude quindi con una nota a carattere locale che riguarda la città sannita, riguardante i giorni del 1  e 2 novembre, in cui si onorano i defunti giornata particolarmente sentita nei comuni del Sannio: "Ho dato possibilità di onorare, come è tradizione, i nostri defunti. Ma se dopo il primo giorno, il report dei vigili, mi dirà che non c’è stato distanziamento ma assembramento, chiudo il cimitero. Ognuno sia responsabile e mi raccomando si esca solo quando è necessario".