Dei giovani napoletani trovano un portafogli con 280 euro in contanti, carte di credito, bancomat e documenti personali perso nella funicolare di Chiaia, ma non si danno per vinti e con grande onestà rintracciano il proprietario e gli restituiscono tutto. Il fortunato protagonista della storia si chiama Alessio Sica, che poi ha voluto ringraziare pubblicamente i suoi benefattori. La vicenda è stata poi raccontata anche dall'Anm, l'azienda del trasporto pubblico, di proprietà del Comune di Napoli, che ha pubblicato un post sulla sua casa pagina ufficiale: "Questa storia – scrive Anm – la vogliamo raccontare. Grazie al signor Alessio Sica per il riconoscimento e grazie al personale Anm in servizio alla Funicolare di Chiaia che insieme al portafogli smarrito ha restituito al legittimo proprietario la speranza di un mondo migliore. A tutti Buon Anno".

Il proprietario del portafogli: "Un bel gesto inaspettato"

Solo pochi giorni fa la storia di un 51enne che ha restituito 980 euro alla Polizia sputati da un bancomat impazzito in via Foria. Adesso sempre da Napoli arriva un'altra buona azione. Commosso il proprietario del portafogli che sul suo profilo Facebook ha voluto ringraziare chi gliel'ha restituito: "Stasera – scrive – voglio raccontarvi una breve storia di civiltà e vicinanza degli abitanti di questa città tanto bistrattata. Questi tre signori nella foto hanno trovato e restituito il mio portafoglio che avevo smarrito in funicolare. Mia hanno cercato e telefonato perché non me ne ero nemmeno accorto! Non hanno voluto nulla in cambio nonostante le mie insistenze. Nel portafoglio c'erano 240 euro in contanti, spiccioli vari, 2 monete da 2 Copechi inizio 800, un 10 Copechi e un 20 copechi in argento inizi 900, un 10 tornesi del 97 variante Maiocca doppio punto, 2 carte di credito, 1 carta bancomat, abbonamento Anm, abbonamento stufe di Nerone , abbonamento teatro del baule di mio figlio, patente, tessera sanitaria e altre carte varie oltre al mitico portafoglio ‘bad mitherfucker' regalatomi dal mio hermano Giuliano Sica. Queste sono le notizie e i gesti di cui abbiamo bisogno".