Un uomo e il figlio, il primo cinquantenne il secondo poco più che trentenne, sono rimasti feriti in una rissa  nata «per futili motivi» e  avvenuta la notte scorsa a Napoli nella zona di Porta Capuana, rione Vasto, poco dopo via Cesare Rosaroll. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri (sul fatto indagano i militari della Compagnia Stella), Gennaro M., di 51 anni,  risultato pregiudicato, è giunto all'Ospedale del Mare di Ponticelli con una ferita di arma da taglio al fianco sinistro e ha riferito di essere stato colpito in una rissa a Porta Capuana; è stato ricoverato e sottoposto ad un intervento chirurgico (non risulta essere in pericolo di vita).

Contemporaneamente il figlio 32enne, Ciro, risultato poi anch'egli con precedenti penali dopo un controllo ai terminali, si è recato al Pronto Soccorso delk'ospedale Vecchio Pellegrini lamentando  una ferita d'arma da taglio al braccio sinistro, medicata e giudicata guaribile in otto giorni. Sentito dalle forze dell'ordine, ha detto di essere rimasto coinvolto nella stessa rissa e di essere stato aggredito da tre persone.

Sempre in zona, nella mattnata di ieri gli agenti del Nucleo Scorte dell’Ufficio di Gabinetto, transitando in via Giuseppe Pica, poco distante piazza Garibaldi, hanno udito delle urla ed hanno visto una donna che stava rincorrendo due ragazzi. I poliziotti, dopo un breve inseguimento, hanno bloccato in via Silvio Spaventa uno dei due recuperando la borsa della vittima mentre il complice è riuscito a dileguarsi.  Il giovane, un 15enne di Casalnuovo di Napoli, è stato denunciato per furto con strappo ed affidato ai genitori.