Un anziano ultra 80enne va alla Mostra d’Oltremare per vaccinarsi contro il Coronavirus, ma muore prima della puntura. È accaduto purtroppo oggi a Napoli, nel quartiere di Fuorigrotta, dove all’interno del polo fieristico, è stato allestito il Vaccine Center dell’Asl Napoli 1 Centro. L’uomo, secondo le prime ricostruzioni, 84 anni, cardiopatico, sarebbe stato uno dei mille prenotati sul portale dell’Asl per la somministrazione della prima dose. Oggi, infatti, era il primo giorno della seconda fase della campagna vaccinale nell’Asl di Napoli centro, dedicato proprio agli ultra ottantenni. Nonostante il forte maltempo, l'Asl ha confermato l'avvio della campagna vaccinale per oggi. Centinaia di anziani, quindi, stamattina si sono recati alla Mostra d'Oltremare per vaccinarsi, sfidando la pioggia.

L’anziano signore, però, purtroppo, sarebbe stato colto da malore una volta arrivato all’accettazione. Immediatamente sono arrivati i sanitari del 118, che dopo il primo soccorso, l’hanno trasferito al vicino Ospedale San Paolo, con una unità rianimativa. Qui, però, il paziente è deceduto per arresto cardiocircolatorio. Proprio oggi a Napoli sono partite le vaccinazioni per gli over 80: 1000 i convocati alla Mostra d’Oltremare, mentre altri 600 anziani sono stati chiamati a vaccinarsi a Capri e Anacapri. Per Pina Tommasielli, referente per la medicina territoriale dell'Unità di Crisi della Campania per l'emergenza Covid19: "Sarebbe opportuno valutare – dice – quando saranno disponibili anche i vaccini di altro tipo diversi da Pfizer che richiede la conservazione a temperature molto basse, valutare la possibilità di ampliare i punti di somministrazione, magari coinvolgendo i medici di base, che hanno già fatto i vaccini per l'influenza stagionale negli scorsi mesi rispettando tutti i protocolli anti-Covid. In questo modo si potrebbero ridurre i disagi per la popolazione, soprattutto più fragile, come gli anziani".

Alla Mostra d'Oltremare sono stati allestiti 15 box per le vaccinazioni. Sono convocate 50 persone ogni 75 minuti in modo da dare tempo a tutti di potersi confrontare con i medici senza fretta. Le accettazioni hanno aperto i battenti alle ore 9. Ad evitare assembramenti e a dare supporto i volontari della Protezione civile e gli assistenti socio sanitari. L'Asl ha anche portato delle sedie a rotelle in caso di difficoltà di alcuni dei vaccinandi. Da domani saranno somministrati anche i vaccini Moderna, mentre l'Astrazeneca sarà riservato agli under 55 che cominceranno a breve come il personale scolastico e le forze dell'ordine.