Con la seconda ondata del Coronavirus in Campania i decessi legati al Covid sono aumentati in valori assoluti dell’811% circa. Il primo ottobre 2020 i morti di Covid19 in Campania erano 463. Il 24 febbraio 2021 i decessi sono saliti a 4.219: 3.756 morti in più, otto volte in più rispetto ai decessi registrati nei primi 7 mesi della pandemia. La Campania risulta la sesta regione più colpita d’Italia in termini di perdite di vite umane negli ultimi 5 mesi, dietro la Lombardia, che ha subito 11.229 morti, il Veneto (7.585), Emilia Romagna (5.942), Piemonte (5.162) e Lazio (4.896). Questi i dati della Fondazione Gimbe sull’andamento dei decessi legati al Coronavirus nelle regioni italiane con la seconda ondata, come si rileva nei grafici realizzati per Fanpage.it, aggiornati a mercoledì 24 febbraio 2021.

In Campania 658 morti per 100mila abitanti in 5 mesi

Se si analizzano i dati dei decessi per Covid19 per 100mila abitanti dal primo ottobre 2020, però, lo scenario cambia. A fronte di una media nazionale di 1.019 morti per 100mila abitanti in Italia, la Campania è quart’ultima, con 658 morti per 100mila abitanti. Mentre il triste primato spetta alla Valle d’Aosta, con 2.151 morti per 100mila abitanti, seguita da Friuli Venezia Giulia (2.032), Veneto (1.555), Provincia Autonoma di Trento (1.456), Provincia autonoma di Bolzano (1.352), Emilia Romagna (1.314).

Per quanto riguarda il totale dei morti in valore assoluto dall’inizio della pandemia, lo scorso marzo, la Campania è al settimo posto, con 4.219 decessi, di cui 3.756 dal 1 ottobre a 24 febbraio (+811% circa). Al primo c’è invece la Lombardia, con 28.184 decessi, di cui 11.229 successivi al primo ottobre (+66% circa), seguita da Emilia Romagna, con 10.426 decessi, di cui 5.942 negli ultimi 5 mesi (+132% circa), Veneto, con 9.763 morti, di cui 7.585 dal 1 ottobre (+347% circa), Piemonte 9.326 decessi totali, di cui 5.162 da ottobre (+123% circa), Lazio 5.814 decessi totali, di cui 4.896 da ottobre (+529% circa), Toscana 4.599 morti totali, di cui 3.435 da ottobre (+294% circa).

L'aumento del tasso di mortalità in Campania in corrispondenza con l'avvio della seconda ondata del Coronavirus è evidenziato anche dai grafici realizzati dalla task force del Comune di Napoli e dall'Università Vanvitelli, aggiornati al 23 febbraio, che mettono a confronto il tasso di mortalità Covid19 per 100mila abitanti della Campania con quello della città di Napoli, dall'inizio della pandemia a febbraio 2021.