142 CONDIVISIONI
Covid 19
18 Novembre 2021
19:50

Minacce No Vax a De Luca: “Chi di napalm ferisce…” e diffondono la ricetta. Indaga la Digos

Gravi minacce dai gruppi No Vax al governatore Vincenzo De Luca sulle chat Telegram: “Puzza di cadavere”. Indaga la Digos della Questura di Napoli.
A cura di Pierluigi Frattasi
142 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Minacce dai gruppi No Vax al governatore della Campania Vincenzo De Luca. “Puzza di cadavere”. “Chi di napalm ferisce di napalm perisce?”, sono solo alcune delle frasi inquietanti apparse sui canali Telegram, come sulla chat della pagina “Basta Dittatura”, rivolte contro il presidente della Regione Campania. Sulla vicenda indaga la Digos della Questura di Napoli. De Luca, negli scorsi giorni, aveva sposato la linea dei governatori del Nord, chiedendo il lockdown solo per i No Vax, in quanto, secondo il governatore, “chi non si vaccina non può avere gli stessi diritti di chi vaccinandosi ha dato prova di senso di responsabilità”. De Luca aveva anche aggiunto, scherzando, “ci rimane solo il napalm o il lanciafiamme”.

Nelle chat l'indirizzo di casa del governatore

Parole che però non sono state gradite da chi resta contrario alla vaccinazione anti-Covid19. La Questura di Napoli sta approfondendo la vicenda. Nelle chat di Telegram, infatti, viene anche indicato l'indirizzo di casa del governatore. Da qui l'allarme. Inquietante anche il messaggio in uno dei commenti che recita: “Produrre del Napalm in casa non è così difficile ed ecco la ricetta con nafta, olio di palma, alluminio”. I risultati dell'attività investigativa della Polizia di Stato verranno poi posti all'attenzione dalla Procura partenopea.

Solidarietà dal sindaco Manfredi

Immediati gli attestati di vicinanza al governatore dal mondo delle istituzioni. Il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, esprime: “Solidarietà a Vincenzo De Luca per le minacce ricevute da parte di alcuni No Vax. La violenza di chi sostiene teorie antiscientifiche non fermerà la battaglia contro il Covid. Andiamo avanti perché i vaccini sono l'unico modo per tornare pienamente alla vita”.

142 CONDIVISIONI
29746 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni