Murales di Maradona alla stazione Mostra della Cumana
in foto: Murales di Maradona alla stazione Mostra della Cumana

Sarà dedicata a Diego Armando Maradona la Stazione Mostra della Cumana, nel quartiere di Fuorigrotta, arricchita con i murales dei calciatori del Napoli, con i grandi campioni della storia azzurra, dal grande Diego e Careca, a Canè, fino a Cavani e Hamsik: in totale 130 personaggi che abbelliscono i pannelli della banchina lunga 300 metri. Tra i volti del Napoli raffigurati c'è anche quello del presidente del Calcio Napoli, Aurelio De Laurentiis, che sarà presente alla cerimonia inaugurale assieme al governatore della Campania, Vincenzo De Luca e al presidente Eav, Umberto De Gregorio. Il taglio del nastro è fissato per sabato 5 dicembre 2020. L'Eav, la società dei trasporti presieduta da Umberto De Gregorio, ha già emanato un ordine di servizio che prevede proprio per la stazione Mostra la sospensione del servizio viaggiatori e la chiusura degli accessi, “per motivi di ordine pubblico”, dalle ore 11 alle 13,30. Per non arrecare danno ai viaggiatori sarà istituito un servizio di navetta bus sostitutivo tra le stazioni di Mostra e di Fuorigrotta, nel rispetto degli orari del servizio ferroviario.

Dopo il San Paolo, quindi, a Diego Armando Maradona, morto il 25 novembre scorso, saranno dedicate anche due stazioni e una piazza a Napoli. Il governatore Vincenzo De Luca, insomma, è pronto a battere sul tempo il sindaco Luigi De Magistris che ha annunciato due giorni fa la volontà di intitolare a Maradona l'altra stazione Mostra, quella della Linea 6, che però aprirà solo l'anno prossimo. Attualmente, infatti, il metrò leggero è chiuso al pubblico a causa dei lavori di ampliamento. Il 1 dicembre, De Magistris ha effettuato un sopralluogo alla Stazione Mostra della Linea 6 della Metropolitana, stazione che nelle intenzioni dell’Amministrazione comunale sarà denominata ‘Mostra-Maradona’. Il sopralluogo è servito a verificare lo stato dei lavori della stazione che assieme alla linea e alla mostra sul campione argentino si punta ad aprire nel maggio del prossimo anno. Il primo cittadino era con l'amministratore unico di Anm, Nicola Pascale, con la responsabile tecnica del procedimento Serena Riccio e con i tecnici di Metropolitana.

Tra il governatore De Luca e il patròn azzurro Aurelio De Laurentiis, però, c'è un gran feeling. Il presidente azzurro non ha mai nascosto le sue simpatie per l'ex sceriffo di Salerno, che peraltro ha finanziato con oltre 21 milioni di euro il restyling del San Paolo con le Universiadi, per il quale alcuni lavori sulla copertura sono ancora in corso. Mentre era naufragato, invece, il progetto di ristrutturare lo stadio in Comune, con la legge sugli stadi, che non passò il vaglio dei tecnici di Palazzo San Giacomo.