Aumenta leggermente il tasso di positività in Campania, il rapporto cioè tra i tamponi risultati positivi su quelli analizzati: in base agli ultimi dati, infatti, quelli diffusi dall'Unità di Crisi ieri, 6 maggio, il tasso di positività è al 7,12%, rispetto al 6,63% del giorno precedente. L'ultimo bollettino riferisce infatti di 1.503 nuovi contagi, a fronte di 21.100 tamponi analizzati, mentre sono 26 i nuovi decessi e 2,182 le persone guarite. Oggi, intanto, c'è grande attesa per il report settimanale dell'Istituto superiore di sanità, in base al quale il ministro della Salute deciderà i nuovi colori delle regioni. La Campania teme di ritornare, per la prossima settimana, in zona arancione, visto che già la scorsa settimana l'indice Rt superava la soglia dell'1, ma i dati su contagi e ricoveri dovrebbero riconfermare la zona gialla.

Nella giornata di ieri, il governatore campano Vincenzo De Luca ha emanato una nuova ordinanza, la numero 17 del 6 maggio 2021, che prevede agevolazioni nell'accesso ai servizi e minori restrizioni per coloro che hanno ricevuto la card vaccinale della Regione Campania, e cioè per coloro che hanno completato il ciclo vaccinale contro il Coronavirus, ricevendo entrambe le dosi del vaccino:

Di concerto con le associazioni di categoria rappresentative degli operatori economici, dei protocolli attuativi/integrativi delle Linee guida approvate in data 28 aprile 2021, prevedendo regole certe di prevenzione, proporzionate alla situazione di difficoltà e adeguate misure per assicurare l’accoglienza sicura e la promozione della fruizione in sicurezza dei diversi servizi – turistici, alberghieri, wedding, trasporti, spettacoli etc.– anche attraverso facilitazioni all’accesso dei servizi e/o deroghe alle misure di sicurezza più restrittive, relative al contingentamento delle presenze e al distanziamento interpersonale, per cittadini in possesso di certificazione/Smart card di completamento della vaccinazione, fermo l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e di osservanza delle altre misure di prevenzione di base (frequente igienizzazione delle mani e degli oggetti)