Coronavirus
19 Giugno 2021
9:06

La situazione di sabato 19 giugno sul Coronavirus in Campania

Continua a calare il numero dei contagi da Coronavirus in Campania: gli ultimi dati riferiscono di 107 nuovi casi e di un tasso di incidenza dell’1,54%. La diminuzione dei contagi ha indotto il governo a inserire la Campania in zona bianca a partire da lunedì 21 giugno: misure anti-Covid meno restrittive, tra cui l’abolizione del coprifuoco.
A cura di Valerio Papadia
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

La curva del contagio da Coronavirus in Campania, per fortuna, continua a calare ogni giorno di più, complice la bella stagione e le occasioni di socialità che si sono spostate all'aperto, ma soprattutto la campagna vaccinale. Gli ultimi dati sui contagi, diramati ieri dall'Unità di Crisi regionale, riferiscono di 107 nuovi contagi a fronte di 6.926 tamponi molecolari analizzati: un tasso di incidenza – rapporto tamponi positivi su quelli analizzati – che continua a calare e si attesta all'1,54%.

La Campania in zona bianca dal 21 giugno

La diminuzione dei contagi e il calo dei ricoveri in ospedale, sia in terapia intensiva che nei reparti di degenza ordinaria, ha indotto il Governo ad inserire la Campania in zona bianca a partire da lunedì 21 giugno. Ad anticipare la decisione del Ministero della Salute è stato il governatore campano, Vincenzo De Luca, nel corso della sua consueta diretta Facebook del venerdì. "Attenti perché tutta questa allegria che abbiamo per le riaperture – ha avvertito De Luca – tutta questa ricreazione rischia di essere interrotta fra fine settembre e inizio ottobre. Non credo che avremo la stessa situazione che c'è stata dopo la scorsa estate, perché bene o male sono state somministrate milioni di dosi di vaccino, ma ancora una volta dobbiamo far funzionare la ragione".

Cosa cambia con la Campania in zona bianca

La zona bianca è quella considerata a rischio minore e quindi con le restrizioni più leggere. A partire dal 21 giugno, dunque, in Campania sarà abolito il coprifuoco: nessun limite agli spostamenti e, di conseguenza, nessuna imposizione per l'orario di chiusura degli esercizi commerciali, tra cui bar e ristoranti. Dal 21 giugno, inoltre, dopo 8 mesi di chiusura, in Campania riapriranno anche i centri scommesse. Resta, per il momento, l'obbligo di indossare la mascherina, sia nei luoghi chiusi che all'aperto.

26101 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni