Dopo il lieve aumento registrato il 10 maggio, col bollettino di ieri diffuso dall'Unità di Crisi regionale riprende il trend in discesa dei ricoverati in Campania: secondo gli ultimi dati disponibili in degenza ordinaria Covid ci sono 1.353 persone (-12) e in Terapia Intensiva 111 ricoverati (-2). Nella giornata di ieri registrati 29 decessi (in totale 6.719 in Campania dall'inizio dell'epidemia) e 2.390 guarigioni (complessivamente 316.423).

Con i 1.109 nuovi positivi (in totale 406.416) del bollettino dell'11 maggio, dato in linea con quello dei giorni precedenti, la Campania resta però la regione italiana col più alto numero di nuovi contagiati (seconda la Sicilia con 894 nuovi positivi e terza la Lombardia con 788 nuovi positivi). La Campania è la prima regione anche per numero di attualmente positivi, ovvero di persone che sono risultate positive e sono ancora contagiate: sebbene ce ne siano 1.310 in meno rispetto alla rilevazione del giorno precedente, in regione ce ne sono 83.274 (seconda la Puglia con 42.682 e terza la Lombardia con 40.736 attualmente positivi).

Dei nuovi positivi di ieri (1.109, identificati con 16.351 con tamponi molecolari), 772 erano asintomatici e 337 sintomatici. Eseguiti anche 7.367 tamponi rapidi (il calcolo di positivi, sintomatici e asintomatici si riferisce solo ai molecolari). Il tasso di positività era stato del 6,78% (del 4.68% conteggiando anche i tamponi rapidi).

La Campania è attualmente in zona gialla e in base ai dati non sarebbe all'orizzonte una nuova classificazione del rischio Covid; il numero dei contagi, però, evidenzia che il virus è ancora presente e viaggia: nella giornata di ieri in tutta Italia i nuovi positivi erano stati 6.946, praticamente uno su sette è stato individuato in Campania.