Torna a salire il contagio di Coronavirus in Campania: nonostante infatti il lunedì le cifre siano sempre piuttosto basse per il minor numero di tamponi che viene analizzato alla domenica, stavolta il rapporto di positività va in controtendenza ed è addirittura il doppio di quello nazionale, sfondando quota 10% come non accadeva da tempo. Sono infatti 1.202 i nuovi positivi su 11.097 tamponi analizzati, con un tasso di positività pari al 10,81% in Campania, il doppio rispetto al 5,6% della media nazionale.

Se da una parte il tasso di positività torna a salire, dall'altra bisogna fare i conti con l'aumento dei numeri del contagio nelle scuole. Nella sola Napoli, nella giornata di ieri, sono stati registrati 28 nuovi casi, di cui 24 studenti, 2 insegnanti e 2 membri del personale non docente. Ma la situazione non va diversamente negli altri comuni, tanto che molti sindaci stanno optando per un ritorno alla didattica a distanza più o meno esteso a tutti gli istituti, a seconda dei casi.

Preoccupa anche la diffusione delle varianti: a Sant'Antonio Abate, quella inglese è stata riscontrata in 4 tamponi su 5 facendo scattare l'allarme. Il sindaco ha scelto di emanare nuove restrizioni, come la sospensione delle celebrazioni liturgiche in tutte le chiese e le parrocchie del comune. Ma in generale, la variante inglese sembra in questo momento particolarmente diffusa in Campania, nonché quella che a livello mondiale possiede il più alto indice di positività, "correndo" di fatto ad una velocità superiore al Coronavirus tradizionale. La stessa Campania aveva già spiegato di aver riscontrato la variante inglese almeno nel 25% dei casi analizzati negli scorsi giorni.