Una vasta operazione dei carabinieri della compagnia di Caserta è scattata alle prime ore di questa mattina: i militari dell'Arma, su richiesta dalla Dda di Napoli, hanno arrestato 7 persone (tre in carcere e quattro agli arresti domiciliari): facevano parte di una organizzazione criminale dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti in tutta la Campania, anche fuori provincia, tramite delle vere e proprie consegne a domicilio. Gli arresti sono stati perpetrati questa mattina tra le province di Caserta, Avellino, Verona ed Alessandria: gli arrestati sono accusati a vario titolo di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, ricettazione, detenzione e cessione di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi da fuoco e munizioni.

La droga arrivava da Giugliano alla provincia di Caserta e poi in tutta la regione

Le indagini sono scattate nel novembre del 2016, in seguito ad un attentato incendiario verificatosi a Caserta nell'ottobre precedente. I carabinieri hanno scoperto che, alla base dell'attentato, vi era un regolamento di conti finalizzato al controllo dello spaccio di droga bel Basso Casertano, individuando le attività illecite dell'organizzazione criminale oggi sgominata. L'attività investigativa ha permesso di localizzare anche le modalità di approvvigionamento della sostanza stupefacente che, da Giugliano, nella provincia di Napoli, veniva portata nella piazza di spaccio gestita dal gruppo criminale, a San Felice a Cancello, nel Casertano: da qui veniva smistata, anche con vere e proprie consegne a domicilio, in quasi tutta la regione, ovunque ve ne fosse richiesta.