In Campania i morti per coronavirus sono più di mille: nel bollettino di oggi, 15 novembre (relativo alla situazione alle 23.59 di ieri) il dato è di 1.029 persone decedute dopo essere state contagiate dal virus Sars-Cov-2, quello responsabile della Covid, con 35 nuove vittime. Si tratta, precisa l'Unità di Crisi della Regione Campania, di decessi registrati oggi ma risalenti al periodo tra il 30 ottobre e il 14 novembre. Da marzo a settembre ci sono stati in Campania 463 decessi, mentre nel mese e mezzo successivo (ottobre e metà novembre) sono morte altre 566 persone.

Il numero dei decessi in Campania è aumentato velocemente con la seconda ondata, si è più che raddoppiato da settembre ad oggi. Secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile e dalla Regione Campania, in regione non ci sono stati decessi a febbraio (ma si era allora proprio all'inizio delle rilevazioni), mentre a marzo sono morte 148 persone, ad aprile 211, a maggio 54 e a giugno 19. Pochissimi decessi anche a luglio ("appena" 3). Ad agosto sono morte 11 persone e a settembre 17, poi il dato ha iniziato a salire: nel mese di ottobre si contano 213 decessi, nella prima metà di novembre (dal 1 al 14) i morti sono stati 353.

L'aumento di decessi è evidente anche quando si guarda i dati italiani: 41 morti a febbraio, 13.114 a marzo, 15.081 ad aprile, 5.239 a maggio, 1.313 a giugno, 358 a luglio. Ad agosto i decessi in Italia sono stati 345, a settembre 427. Poi, anche sul piano nazionale i decessi sono aumentati molto velocemente: ad ottobre ne sono stati 2.908, nei primi 14 giorni di novembre sono infine 6.403. In Italia da marzo a ieri risultano decedute per Covid 45.229 persone (+546).