Non si placa l'ondata di reazioni e prese di posizione dopo la prima puntata dell'inchiesta "Croce nera" di Fanpage.it sul mondo delle ambulanze private. Contro la "Croce San Pio" che, come documentato da Fanpage.it, agisce attraverso in monopolio sul trasporto pazienti privati negli ospedali napoletani, svolge l'illegale trasporto dei defunti, ha una "base" operativa illegale all'ospedale "Cardarelli" di Napoli, ed avrebbe minacciato altri imprenditori del settore attraverso la camorra, sono tante le richieste di intervento immediato. Nel consiglio comunale di Napoli a porre la questione è stato Federico Arienzo del Partito Democratico che nella seduta di consiglio del 4 marzo ha preso la parola nell'aula dell'antisala dei baroni, per chiedere un intervento immediato dell'amministrazione De Magistris.

"Le immagini mostrate da Fanpage.it sul sistema delle ambulanze private sono incredibili – ha detto Arienzo in consiglio comunale – il sistema della Croce San Pio è un sistema criminale, angosciante" riferendosi alle minacce verso altri imprenditori e agli affari illegali. "Il Sindaco De Magistris ha sempre detto che ha cacciato la camorra dai palazzi, ma in questi anni non ci sono state denunce – ha sottolineato Arienzo – adesso ce l'avete la possibilità, queste ambulanze private devono esercitare con un'autorizzazione che viene rilasciata dal Comune di Napoli, con il blitz della polizia del 25 novembre sono intervenuti fatti nuovi e gravi" riferendosi alle irregolarità riscontrate dagli uomini del commissariato Arenella, che trovarono un allaccio abusivo di corrente, mezzi senza assicurazione, alcuni manufatti abusivi e lavoratori in nero. "Revocate questa licenza, non costringete più le persone a dover chiedere i soldi ai vicini per pagare una tariffa di 500 euro per un trasporto in ambulanza – ha chiesto il consigliere comunale del Pd – avete un'opportunità, fatelo, non raccontatelo, fatelo". "La cosa incredibile – spiega l'esponente del Pd – è che il blitz della polizia è del 25 novembre ed oggi siamo a Marzo e l'amministrazione comunale ammette di non avere contezza di questa situazione".

Ora spetterà all'amministrazione comunale prendere provvedimenti sul caso. Intanto l'ospedale "Cardarelli", dove opera da soggetto privato la "Croce San Pio", come mostrato nelle immagini di Fanpage.it, ha annunciato l'avvio di un'inchiesta interna per accertare irregolarità e connivenze. I senatori Sandro Ruotolo, Vasco Errani e Loredana De Pretis, hanno invece interrogato il ministro dell'interno Luciana Lamorgese e il ministro della salute Roberto Speranza.