In Campania, zona arancione da oggi domenica 21 febbraio 2021 e per i prossimi 15 giorni, torna anche l’obbligo dell’autocertificazione per gli spostamenti da comune a comune, che sono consentiti, solo per motivi di salute, lavoro o necessità. L'autocertificazione occorre anche nel caso ci si stia spostando dopo l'orario del coprifuoco (ore 22, fino alle 5 del mattino) o da Regione a Regione. L’autocertificazione o autodichiarazione è scaricabile dal sito web del Ministero degli Interni. Può essere compilata sul computer, oppure direttamente al momento del controllo da parte delle forze dell’ordine. L'autodichiarazione è anche in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

Cosa cambia in zona arancione

Il coprifuoco è naturalmente ancora in vigore dalle 22 alle 5 del mattino successivo. A partire da oggi, domenica 21 febbraio, dunque in Campania zona arancione, le norme per contrastare la diffusione del Coronavirus diventano più stringenti:

Spostamenti

  • Vietati gli spostamenti al di fuori della propria Regione e anche al di fuori del Comune di residenza, fatta eccezione per comprovate esigenze (salute, lavoro e necessità).
  • È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.
  • Dal 16 gennaio 2021 è venuta meno l'esclusione delle seconde case ubicate dentro e fuori regione dal novero delle proprie abitazioni cui è sempre consentito il rientro.
  • le visite ad amici o parenti, in quest’area è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata dello stesso Comune, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.
  • A chi vive in un Comune che ha fino a 5.000 abitanti è comunque consentito spostarsi, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione o Provincia autonoma), anche per le visite ad amici o parenti nelle modalità già descritte, con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia.

L'autodichiarazione per gli spostamenti è scaricabile anche qui.