Quattordici persone sono state multate in un bar di Benevento, sorprese a bere vino senza rispettare il distanziamento sociale e soprattutto le norme che vietano la consumazione sul posto delle bevande, che avrebbero dovuto essere da asporto. I carabinieri di Benevento li hanno sorpresi all'interno del locale, e sono scattate sanzioni per tutti, compreso il titolare che ha visto anche scattare la chiusura del bar per cinque giorni, dopo la segnalazione dei carabinieri alla Questura sannita.

Il tutto è avvenuto nella tarda serata di ieri, ad un orario in cui i bar e i locali di ristorazione devono osservare la chiusura ed il rigoroso ricorso all'asporto oppure alla consegna a domicilio. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Benevento impegnati nel controllo del territorio sono incappati in un bar del quartiere Ponticelli (omonimo del quartiere napoletano, che nel capoluogo sannita prende il nome dai resti di un antico ponte romano sul torrente San Nicola, di cui restano ancora alcune arcate), che nonostante l'orario di chiusura per il servizio al bancone, stava servendo normalmente i clienti: ben quattordici persone, intente a sorseggiare vino senza neppure rispettare l'obbligatorio distanziamento sociale, una delle regole che ormai da un anno sono obbligatorie in tutto il territorio nazionale per rallentare quanto più possibile l'espansione del contagio da SARS-CoV-2, ancora ben diffuso in tutto il mondo. Per loro sono scattate multe per quasi 5mila euro complessivi, mentre il titolare del bar è stato multato per aver venduto e consentito la consumazione sul posto delle bevande, oltre alla segnalazione al Questore di Benevento per la chiusura del bar stesso per cinque giorni.